Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

È stato il coinquilino, rientrato in casa, a scoprire il cadavere riverso sul pavimento con un profondo taglio alla gola. A quel punto ha allertato i soccorsi che sono giunti immediatamente sul posto ma che non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso: la vicenda arriva da Rimini dove la scorsa notte i carabinieri hanno trovato il cadavere di un 35enne nel suo appartamento.

Disposta l'autopsia sul corpo del 35enne peruviano

I militari dell'Arma sono giunti in via Lussemburgo a Miramare di Rimini intorno all'una di notte dopo la chiamata del coinquilino della vittima. Le indagini sono affidate al Nucleo investigativo dei carabinieri che al momento stanno mantenendo uno stretto riserbo rispetto all'accaduto: secondo le prime informazioni trapelate la vittima, un 35enne di origine peruviana, è stata ritrovata riversa sul pavimento della camera da letto in una pozza di sangue. Sul posto è giunto anche il medico legale che ha disposto l’autopsia, anche se sul cadavere era ben visibile il fendente all’altezza della gola.

L'uomo colpito alla gola e ritrovato in una pozza di sangue

Gli investigatori, le cui indagini sono coordinate dal pm Luca Bertuzzi stanno ascoltando alcuni dei residenti della zona, oltre al coinquilino. La vittima era in cerca di un’occupazione fissa e attualmente si manteneva facendo dei lavoretti saltuari. Sia lui che il coinquilino, un 30enne che lavora come magazziniere, risultano incensurati: al momento sono in corso rilievi e le indagini ma l'ipotesi al vaglio è quella di omicidio.