Il nuovo modulo per presentare domanda e avere accesso al Reddito di Inclusione (ReI) è disponibile sul sito del ministero del Lavoro. Un modulo che comprende anche le novità introdotte dalla legge di bilancio 2018 e che permette, dal primo gennaio, di semplificare i requisiti familiari per l’accesso al ReI dei nuclei nei quali è presente un lavoratore di almeno 55 anni in stato di disoccupazione. La legge di bilancio ha anche previsto l’aumento dell’importo massimo mensile per i nuclei familiari più numerosi: ora è di 534,37 euro per i nuclei con cinque componenti e di 539,82 euro per i nuclei con sei o più componenti.

Cosa è il ReI e chi può presentare domanda

Il Reddito di Inclusione è una misura di contrasto alla povertà che i cittadini possono richiedere a partire dal primo dicembre 2017 presso il proprio comune di residenza. Il ReI si compone di due parti: un beneficio economico erogato mensilmente e un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa per superare la condizione di povertà. Il nucleo familiare che vuole accedere al Reddito di Inclusione deve essere in possesso di: un Isee valido non superiore ai 6mila euro, un Isre non superiore a 3mila euro, un patrimonio immobiliare (oltre alla casa in cui si abita) non superiore a 20mila euro, un patrimonio mobiliare non superiore ai 10mila euro.

L'importo del contributo e il nuovo modulo

L’importo del contributo varia in base al numero di componenti del nucleo familiare: per un solo componente il beneficio massimo mensile è di 187 euro, per due di 294 euro, per tre di 382, per quattro di 461, per cinque di 534, per sei o più componenti di 539 euro. Nel nuovo modulo per fare domanda e accedere al ReI è necessario compilare vari campi, riguardanti i dati del richiedente, i requisiti di residenza e cittadinanza, i requisiti familiari, i requisiti economici.