Non sono pochi quelli che, soprattutto in questi ultimi giorni, se la stanno prendendo con Greta Thunberg, la giovane attivista svedese che ha portato milioni di giovani in tutto il mondo a manifestare a favore del pianeta. Ma non si tratta solo di “leoni da tastiera”. Nel giorno del terzo Global strike for climate, lanciato da Fridays For Future, ispirato proprio dalla sedicenne svedese, tra quanti hanno “usato” il nome di Greta per esprimere posizioni diverse a quelle dei migliaia di ragazzi scesi in piazza c’è anche l’emittente cattolica Radio Maria, che sui social ha voluto dire la sua sull’attivista che sta scuotendo i giovani di tutto il mondo. Ed è proprio ai giovani che Radio Maria, condividendo una sorta di card-preghiera, vuole rivolgersi con delle parole che però stanno scatenando molte polemiche.

La "preghiera" di Radio Maria rivolta a Greta Thunberg

Il testo dell'immagine, che prova a mettere in relazione diversi temi, si rivolgeva proprio a Greta: “Cara Greta, dopo che abbiamo buttato Dio nella pattumiera, vogliamo salvare il pianeta? Dopo che lasciamo sopprimere i feti umani, vogliamo proteggere i cuccioli animali? Dopo che confondiamo i generi, vogliamo salvare la specie? Dopo che aiutiamo gli uomini a morire, vogliamo salvare le foreste? Volto indignato il tuo, o forse manipolato? Giovani, non lasciatevi ingannare”. C’è da dire che questa card (che al momento sembra scomparsa dalla pagina Facebook di Radio Maria) non è l’unica cosa che l’emittente ha condiviso per parlare di Greta Thunberg: l’account, infatti, negli ultimi giorni ha pubblicato anche un articolo polemico nei confronti di Greta e dello sciopero del clima. “Sì, anche Greta è un caso di infanzia sfruttata a fini di eco-tassa”, è l’incipit di un post apparso sulla pagina Facebook.

Radio Maria contro Greta, la polemica sui social

L’attacco di Radio Maria a Greta non è piaciuto a tanti e sono decine i commenti indignati, ma anche molto ironici, apparsi sui social nelle ultime ore. “Su Radio Maria hanno detto che le teorie di Greta Thunberg sul Global Warming non hanno nulla di scientifico. Poi hanno trasformato vino in sangue e ostia in carne, invocando un Creatore che ci ama ma se usiamo il preservativo ci punisce con i terremoti”, recita uno dei tanti tweet pungenti apparsi nelle ultime ore.