295 CONDIVISIONI
21 Ottobre 2021
08:00

Proteste no green pass al porto di Genova, polizia sgombera presidio con blitz all’alba

Con una operazione scattata all’alba di oggi, infatti, la polizia ha fatto sgomberare gli ultimi manifestanti che presidiavano il varco Etiopia del porto di Genova mettendo fine alla protesta dei no green pass dopo sette giorni. All’arrivo degli agenti c’è stato qualche momento di tensione con qualche manifestante che ha protestato verbalmente ma alla fine tutti hanno lasciato il presidio in modo pacifico.
A cura di Antonio Palma
295 CONDIVISIONI

Sgomberato il presidio di protesta davanti al porto di Genova allestito dai manifestanti no green pass da circa una settimana. Con una operazione scattata all'alba di oggi, infatti, la polizia ha fatto sgomberare gli ultimi manifestanti che presidiavano il varco Etiopia del porto di Genova mettendo fine alla protesta dopo sette giorni. All'arrivo degli agenti della Digos e della polizia di frontiera insieme ai reparti della mobile c'è stato qualche momento di tensione con qualche manifestante che ha protestato verbalmente ma alla fine tutti hanno lasciato il presidio in modo pacifico intorno alle 6.

La protesta davanti al porto di Genova

Del resto la protesta davanti al porto di Genova era diventata ormai solo simbolica e, all'arrivo della polizia, questa mattina a presidiare quello che era diventato un vero e proprio campo base con tende e camper vi erano non più di una trentina di persone, tra cui meno di una decine di portuali. Durante i giorni della protesta dei no green pass, iniziata venerdì in diversi porti in tutta Italia, a cominciare da Trieste, anche a Genova si erano radunati oltre un migliaio di manifestanti che avevano bloccato, oltre al varco varco Etiopia, anche il terminal Psa di Prà, il più grande del porto di Genova. La protesta poi era andata via via scemando e il porto aveva ripreso la sua operatività quasi al completo a parte appunto quella al varco Etiopia dove a tratti i manifestanti bloccavano i tir in transito.

Il presidio dei no green passa al varco Etiopia

Per mantenere viva la protesta contro il certificato verde sui luoghi di lavoro, i manifestanti avevano allestito un bivacco con tende, camper, cucina e una cambusa per poter dormire, mangiare e presidiare il varco anche durante la notte. Già da inizio settimana però i manifestanti erano scesi a meno di cento anche se il coordinamento locale dei no green pass aveva annunciato di voler andare avanti con la protesta almeno fino al weekend prossimo. Nessun momento di particolare tensione visto che i camionisti venivano invitati a una breve sosta per prendere con i manifestanti un caffè e poi lasciati passare. Lunedì mattina i manifestanti avevano ricevuto anche la solidarietà di due agenti della polizia di frontiera, che in divisa e con l'auto di servizio avevano portato loro focaccia e dolci ricevendo abbracci e applausi. Oggi la decisione del prefetto di Genova di far sgomberare tutti su richiesta delle stese autorità portuali e l'intervento della polizia.

295 CONDIVISIONI
No vax e no green pass addestrati per diventare "guerrieri": blitz della polizia, 29 indagati
No vax e no green pass addestrati per diventare "guerrieri": blitz della polizia, 29 indagati
Protesta shock a Novara: No Green Pass vestiti come i prigionieri dei lager nazisti
Protesta shock a Novara: No Green Pass vestiti come i prigionieri dei lager nazisti
89 di Videonews
No Green Pass, diciassettesimo sabato di protesta in Duomo nonostante il divieto di manifesazione
No Green Pass, diciassettesimo sabato di protesta in Duomo nonostante il divieto di manifesazione
1.881 di Davide Arcuri
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni