Le temperature roventi che hanno trasformato quello appena concluso nel weekend più caldo dell'anno cederanno il passo, almeno al nord, ad aria più fresca e a condizioni meteo di maggiore instabilità. Accadrà però non prima di domani, mentre l'anticiclone africano anche per oggi favorirà picchi di temperatura vicini ai 40 gradi soprattutto al Centro-Sud. I dati aggiornati confermano la fine del grande caldo martedì 13 agosto al Nord, Toscana e Sardegna occidentale, mentre da mercoledì 14  le piogge interesseranno anche il resto d'Italia eccezion fatta per i settori ionici che, comunque, verranno raggiunti dalle correnti relativamente più fresche nella giornata di Ferragosto.

Meteo, le previsioni per oggi, lunedì 13 agosto

Quella di oggi sarà un’altra giornata torrida in gran parte del Paese, eccetto sulle Alpi e in Piemonte dove il cielo sarà nuvoloso con possibili acquazzoni o temporali localmente intensi. In serata le precipitazioni tenderanno ad estendersi anche verso l’alta pianura lombarda. Un po’ di nubi in scorrimento a medie e alte quote interesseranno a tratti anche il resto del Nord, la Toscana e la Sardegna. Temperature massime in calo su Alpi e Piemonte, stabili o in lieve aumento altrove: di nuovo possibili picchi intorno ai 40 gradi al Centro-Sud.

Meteo domani, martedì 13 agosto

Domani una locale instabilità potrà riguardare ancora l’estremo Nordovest con qualche isolato temporale sulle Alpi orientali in locale sconfinamento in serata verso la pedemontana veneta. Sul resto del paese – come spiega Meteo.it – il sole la farà da padrone alternato a qualche nube passeggera ma innocua su gran parte del Centro-nord. Il caldo diminuirà al Nordest, in Emilia Romagna, su parte del Centro e Sardegna occidentale. Ancora temperature roventi altrove con ulteriori lievi aumenti nel settore ionico e nel sud della Sicilia.