Il ministero della Salute ha comunicato la decisione di richiamare per rischio chimico i cornetti ai cinque cereali e frutti di bosco di Toulon Croisssanteria. Lo ha fatto con una nota pubblicata direttamente sul proprio sito ufficiale. Secondo quanto riferito dal Dicastero, il prodotto in questione sarebbe stato messo in commercio dalla Dipral Srl, prodotto nello stabilimento di via Gilberto Petti a Castel San Giorgio. Il lotto oggetto del provvedimento è il numero 20185 e con scadenza fissata al 29 aprile 2021. L'avviso specifica che i cornetti sono stati ritirati in riferimento all'allerta Raffs 2020.3678, per la presenza di una sostanza non autorizzata come l'ossido di etilene nei semi di sesamo provenienti dall'India. Pertanto, chi ha già acquistato la confezione può rivolgersi direttamente alla Dipral Srl al numero 0761/250845.

L’ossido di etilene è utilizzato come fumigante per disinfestare da parassiti silos e stive. Il suo uso è vietato nell'Unione europea. A settembre di quest’anno analisi svolte dalle autorità doganali e in autocontrollo dalle aziende, ne avevano già rilevato residui su sesamo proveniente dall’India; i casi sono stati comunicati al sistema rapido d’allerta Rasff e a ottobre la Commissione europea ha emanato il regolamento 1540/2020. In base a quest'ultimo, dal 26 ottobre le autorità sanitarie indiane devono indicare nel certificato ufficiale che i prodotti sono stati oggetto di campionamento e analisi al fine di rilevare l’eventuale presenza di residui di antiparassitari e che tutti i risultati del campionamento e dell’analisi dimostrano la conformità alla normativa dell’Unione in materia di livelli massimi di residui di antiparassitari.