Francesco Piccinini, direttore di Fanpage.it.
in foto: Francesco Piccinini, direttore di Fanpage.it.

È tutto pronto a Milano per la cerimonia di consegna del Premiolino di Giornalismo 2019: l'appuntamento con il più antico e prestigioso riconoscimento del mondo dell'informazione, giunto alla 59esima edizione, è presso la Sala dell’Ermellino di Francesco Micheli, già nuova sede del Bagutta, l’altro storico premio letterario milanese. Nella rosa dei nomi dei vincitori, scelti da una giuria presieduta da Chiara Beria di Argentine, con Piero Colaprico come suo vice, e formata da Giulio Anselmi, Ferruccio de Bortoli, Milena Gabanelli, Massimo Gramellini, Enrico Gramigna, Enrico Mentana, Donata Righetti, Valeria Sacchi, Beppe Severgnini, Gian Antonio Stella, Carlo Verdelli e Roberto Olivi per BMW Italia, c'è anche Fanpage.it.

Il premio sarà ritirato stasera per la testata online dal direttore Francesco Piccinini. "Il modello Fanpage – si legge tra le motivazioni – dimostra che i contenuti web di qualità possono raccogliere utenti e dettare la linea. Le sue inchieste giornalistiche, esplose poi sui media tradizionali, scavano in uno dei territori più complessi del Paese: Napoli. Dalle violenze all’interno del carcere di Poggioreale, alla più grande discarica tossica d’Europa a Caserta". Tra gli altri, riconoscimenti saranno assegnati anche a Paolo Berizzi de La RepubblicaPaolo Bricco de Il Sole 24 OreClaudia di Pasquale di Report Rai 3Francesco Sabatini. A questi si aggiunga anche il nuovo "Premiolino-BMW SpecialMente" che è stato assegnato dalla Giuria a Giovanni Cupidi, "per la forza umana, politica e letteraria con cui affronta tutti i giorni il durissimo colpo subito da ragazzino. Mai con rabbia, rancore, odio verso chi acuisce i suoi problemi con rinvii burocratici, solidarietà ipocrita, silenzi indecenti. Ma, al contrario, con un’ironia ricca di intelligenza e buone letture che spiazza le cattive coscienze". Dal 2019, infatti, il Premiolino ha un nuovo partner, BMW Italia, che supporta l’iniziativa e ha istituito un premio speciale, denominato "Premiolino-BMW SpecialMente", destinato a chi valorizzi e promuova l’inclusione sociale. I big dell'informazione 2019 si vanno così ad unire nell’albo d’oro del Premiolino alle più grandi firme del giornalismo e della cultura italiana da Sergio Zavoli a Oriana Fallaci, da Arturto Carlo Jemolo a Giorgio Bocca, da Indro Montanelli a Eugenio Scalfari.