Si chiama Richard Iyere, è un ragazzo nigeriano di 33 anni ed è stato lui, sabato scorso, a sventare una rapina in un supermercato Sisa di Gallipoli: il giovane immigrato ha bloccato il rapinatore che, con il volto coperto e una pistola – poi rivelatasi finta – aveva minacciato i dipendenti del negozio facendosi consegnare 500 euro dalla cassa e poi tentando la fuga.

E' stato a quel punto che è intervenuto Richard, che al termine di una colluttazione ha bloccato il malvivente e consentito ai carabinieri, intervenuti pochi minuti dopo, di arrestarlo. Ebbene, il coraggioso gesto del nigeriano non è passato inosservato: il 33enne infatti verrà presto assunto nel supermercato come magazziniere, ma nel frattempo il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ieri gli ha attribuito il premio "Radice di Puglia", riconoscimento assegnato, tra l'altro, in favore di persone che si sono distinte per la diffusione di ideali di onestà e per il conseguimento di significativi risultati nel settore sociale.

Il governatore ha ricordato: "Richard si è distinto per il coraggio ed il senso di giustizia dimostrati dal momento che, senza esitazione, ha ingaggiato una colluttazione con il rapinatore in fuga, a rischio della propria incolumità ed ha di fatto sventato la commissione di un reato ed ha reso possibile l'arresto e la consegna alle forze dell'ordine del pregiudicato. Volevo ringraziare Richard per il suo gesto di legalità e di solidarietà verso chi in quel momento era in una situazione di pericolo, dando così una mano a ripristinare la legalità anche alle forze dell'ordine. Qui c'è poco da parlare; lui ha fatto un gesto e ha fatto vedere di che pasta è fatto. Ha messo a rischio la sua incolumità per aiutare una persona, un nostro fratello come lui. Per questo  voglio dire grazie a nome di 4milioni di pugliesi che sono consapevoli di avere accolto un fratello, nel momento stesso in cui hai deciso di stare con noi".