Tragedia nel piacentino, dove una donna di 66 anni è morta in seguito a un infortunio sul lavoro. L’incidente, fatale per la donna, è avvenuto nella sede della Copap di Monticelli d’Ongina: si tratta di un’azienda agroalimentare all’interno della quale si lavora aglio bianco. Per quanto riguarda la dinamica dell’incidente che ha portato alla morte della donna non sono ancora chiari i dettagli e i carabinieri stanno cercando di ricostruire con precisione quanto successo per accertare eventuali responsabilità.

Secondo una prima ricostruzione la donna, una operaia, sarebbe scivolata accidentalmente  su di un nastro mobile finendo poi sotto una pressa che l’avrebbe schiacciata e uccisa sul colpo. Il macchinario è stato posto sotto sequestro. La donna, vittima dell’incidente, lavorava da molti anni all’interno di questa stessa azienda in cui era molto conosciuta. Il nome della vittima è Giuseppina Marcinnò, residente a Castevetrano Piacentino: lascia due figlie. Secondo quanto riferiscono i colleghi dell’operaia, la donna era ormai prossima alla pensione.  Vani i soccorsi dopo l’infortunio e l'allarme dato da chi era sul luogo dell'incidente: sul posto è intervenuto il personale del 118 con un’automedica da Cremona, oltre all’elisoccorso arrivato da Parma e alla pubblica assistenza di Cortemaggiore. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco.