Porta il cane in spiaggia e insieme fanno il bagno al mare, ma qualcuno dei bagnanti segnala il caso alla Polizia locale che interviene multando il proprietario dell’animale. Proprietario che, dopo un bagno col suo amico a quattro zampe, dovrà pagare ben 1032 euro. È solo uno degli episodi registrati nei giorni scorsi a Pesaro, dove dal primo aprile al 30 settembre, è vietato far entrare gli amici a quattro zampe sull’arenile. Per tutta la stagione balneare, insomma, nessuno a Pesaro può andare a fare una passeggiata in spiaggia col proprio cane. L’episodio del cane che faceva il bagno col padrone è stato segnalato alla Polizia locale da altre persone presenti sulla spiaggia, evidentemente infastidite nel vedere qualcuno “sfidare” il divieto. E la Polizia locale, ricevuta la segnalazione, non ha potuto far altro che applicare la legge e multare il padrone del cane.

Divieti violati e multe a Pesaro – Ma non è questo l’unico episodio registrato a Pesaro di recente: un’altra maxi multa dello stesso importo è stata applicata a una persona che stava passeggiando con il cane nell’arenile il mattino presto. Anche in questo caso qualcuno lo ha notato e ha chiamato gli agenti della Polizia locale che lo hanno sanzionato. I cani in spiaggia durante la stagione balneare non possono entrare anche se al guinzaglio o con la museruola. Vengono multati non solo quanti vengono sorpresi direttamente con l’animale nei posti “vietati”, ma anche quelli che non osservano le regole nei parchi pubblici e negli spazi verdi della città. Decine dall’inizio dell’anno i verbali elevati dalla Polizia locale: multate persone che lasciano libero il proprio animale di correre nei parchi invece di tenerlo al guinzaglio e c’è anche chi è stato sorpreso per non avere raccolto le deiezioni dei propri cani. Per questi ultimi casi la sanzione è di cento euro.