È finita positivamente la vicenda di Vicopisano, in provincia di Pisa, dove un uomo armato si era barricato in un'abitazione in viale Diaz dalle 14:30 di questo pomeriggio. Sul posto intervenuti i carabinieri di Pontedera che hanno circondato l'edificio e fatto evacuare lo stabile. Negoziatori dell'Arma per ore hanno cercato di convincerlo a desistere. Non sono chiari i motivi per cui l'uomo, 46 anni, ha deciso di ricorrere a questo gesto. Secondo alcuni testimoni, prima di barricarsi avrebbe minacciato con un fucile alcuni passanti. Immediato l'allarme ai militari che si sono recarti in forze sul posto e hanno isolato la zona circondando l'immobile e facendo evacuare le persone che vivono nell'edificio. Anche la strada è stata chiusa al traffico. Stando alle prime notizie disponibili, l'uomo asserragliato sarebbe un commerciante che detiene legalmente dei fucili. La madre, che era in casa, sarebbe riuscita a fuggire. Sul posto anche il sindaco Matteo Ferrucci, gli operatori del 118 e la polizia municipale. C’è stata per ore grande apprensione in tutta la zona: sembra che qualcuno abbia udito alcuni spari, ma la notizia non è stata confermata, e che in casa con l'uomo ci sia una persona.

Lo stesso Comune di Vicopisano, tramite Facebook, aveva informato i cittadini spiegando cosa stava accadendo e invitando tutti a non diffondere informazioni non verificate. Nella casa interessata e in quelle vicine, per motivi di sicurezza pubblica, è stato tolto il gas. Sempre il Comune ha poi dato notizia della fine della vicenda: “È finita positivamente la drammatica vicenda dell’uomo di Vicopisano che si era barricato in casa, armato. I negoziatori sono riusciti a farlo uscire dall’abitazione senza conseguenze né per lui né per altre persone. Siamo sollevati e grati. Ringraziamo ancora le Forze dell’Ordine che per ore si sono spese per raggiungere questo risultato. Siamo vicini alla famiglia, confidando che ogni aspetto di questo brutto fatto possa trovare, col tempo, un miglioramento e una soluzione. Grazie per la disponibilità e la calma dimostrata, in particolare, dalle famiglie di Viale Diaz che hanno subito più direttamente disagi e preoccupazione”.