Immagine da La Gazzetta di Parma.
in foto: Immagine da La Gazzetta di Parma.

È morto poche ore dopo essere arrivato all'ospedale Maggiore di Parma Jacopo Villa, il bimbo di 4 anni scomparso improvvisamente domenica mattina nel reparto di terapia intensiva. I medici hanno fatto il possibile per rianimarlo per più di un'ora ma non c'è stato nulla da fare. Una vera e propria tragedia per i genitori del piccolo, che hanno chiesto che venga l'autopsia sul suo corpicino per capire cosa sia successo. La Procura della città emiliana ha anche aperto un'inchiesta al momento senza ipotesi di reato per chiarire la vicenda. Stando alle prime informazioni disponibili, il bambino manifestava forte tosse da almeno una ventina di giorni, tanto è vero che la mamma e il papà, sospettando si trattasse di un caso di Coronavirus, hanno allertato il pediatra che lo ha a sua volta visitato e che gli prescritto una cura con aerosol. Ma le sue condizioni sono sempre rimaste buone.

Poi la situazione è precipitata e Jacopo, in preda ad una crisi respiratoria, è stato trasferito al pronto soccorso in ambulanza dove dopo poche ore si è verificata la tragedia. Sono in corso ulteriori accertamenti per ricostruire la dinamica di quanto successo. La famiglia, che gestisce un'azienda agricola a Tordenaso ha chiesto di disporre l'autopsia, richiesta su cui il pm di turno deciderà nelle prossime ore. Intanto, entrambi i genitori sono stati già ascoltati dai carabinieri. "Non voglio nient'altro che sapere la verità e soprattutto fare in modo che ciò che è accaduto a mio figlio non succeda anche ad altri – ha detto la mamma del piccolo, Simona, a La Gazzetta di Parma -. Non abbiamo fatto denuncia ma abbiamo chiesto l'esame autoptico. Era il mio angelo, oltre ad essere un bimbo sano: in quattro anni non ha mai preso un antibiotico e non ha mai saltato un giorno alla materna".