Dopo le polemiche e le accuse di sperperi pubblici in un momento di crisi per il Paese, quest'anno la parata del 2 giugno per la Festa della Repubblica  sarà low cost, dopo i tagli già decisi per l'anno scorso anche quest'anno il budget per la sfilata in via dei fori imperiali a Roma è stato ridotto di ulteriori 400mila euro. Riduzione dei costi che influirà sul numero e la composizioni delle forze che in occasione del 67° anniversario della fondazione della Repubblica sfileranno davanti al Capo dello Stato e alla tribuna delle autorità. La parata 2 giugno 2013 infatti sarà caratterizzata dall'assenza di cavalli tra i reparti in marcia, ma soprattutto dall'assenza delle pattuglie acrobatiche delle frecce tricolori e dalla loro inconfondibile scia verde, bianca e rossa.

La cerimonia per la Festa della Repubblica ha avuto inizio questa mattina poco dopo le 9 con la deposizione da  parte del presidente della Repubblica di una corona d'alloro sulla tomba del Milite ignoto, ai piedi dell'Altare della Patria. La parta del 2 giugno vera e propria avrà inizio intorno alle 10 e dovrebbe durare circa un'ora. Davanti alle più alte cariche dello Stato e alle autorità militari sfilano circa 3300 uomini e donne tra militari e civili, ma non ci saranno mezzi armati, come blindati carri armati o cannoni, e appunto voli aerei. Nel pomeriggio le celebrazioni per la Festa della Repubblica proseguiranno nei Giardini del Quirinale aperti al pubblico dalle 15 alle 19 con i complessi bandistici dei corpi militari e di polizia che  eseguiranno brani da concerto e di repertorio.