Dopo giorni di dolore, paura e preoccupazioni, finalmente una bellissima notizia per i famigliari di Valentina Michelli, la 33enne rimasta vittima di un terribile incidente stradale nel Palermitano in cui ha perso la vita il marito, Francesco Capodilupo di 38 anni. Dopo 8 giorni di coma, infatti, Valentina si è finalmente svegliata dal sonno. La donna già esegue qualche movimento ma le sue condizioni restano gravi e ci vorrà ancora molto prima di essere dichiarata fuori pericolo. La 33enne ha riportato fratture su tutto il copro tra cui  un grave trauma cranico e toracico. I medici continuano a riservarsi la prognosi ma il risveglio della donna dà nuove speranze ai parenti e agli amici che in questi giorni hanno sperato e pregato per lei. La trentatreenne era ricoverata nel reparto di rianimazione dell'ospedale Villa Sofia di Palermo da quella terribile domenica 11 agosto quando la moto su cui viaggiava col marito si è scontrata violentemente contro un'auto in via Partinico a Terrasini.

La coppia, che era sposata da due anni e risedeva a Bergamo, stava trascorrendo la settimana di Ferragosto in Sicilia, nei luoghi di nascita della donna, originaria di Partinico, sempre nel Palermitano. Una vacanza interrotta per sempre da quel terribile schianto con un'auto su cui viaggiavano sei persone, tra cui una donna incinta e un bimbo di 2 anni rimasti feriti, e sul quale ora indagano i vigili urbani di Terrasini. Un impatto devastante che non ha lasciato scampo a Francesco Capodilupo, manager 38enne originario dell'Avellinese alla guida della motocicletta. L’uomo era stato soccorso e trasportato d’urgenza in elisoccorso all’ospedale Civico di Palermo dove però è morto poche ore dopo il ricovero. Nei giorni scorsi la famiglia ha celebrato i funerali  nella città di origine del 38enne, a Vallesaccarda. Ora a Valentina qualcuno dovrà raccontare che l'uomo con cui stava costruendo una famiglia e una vita è morto per sempre.