Antonio Puleo, un operaio di 64 anni dell'isola ecologica di Casteldaccia, in provincia di Palermo, ha perso la vita ieri pomeriggio in seguito a un grave incidente sul lavoro: l'uomo, infatti, è stato schiacciato da un cubo di carta compattata del peso di sette quintali. La tragedia si è consumata nella struttura che raccoglie i rifiuti differenziati gestita dalla Ecogestioni srl.

Quella avvenuta nel pomeriggio di ieri è stata la prima morte bianca dell’anno nella provincia palermitana. Secondo quanto ricostruito degli agenti del commissariato di Bagheria, Puleo è stato travolto dal cubo di carta, mentre stava lavorando in un'area distante pochi metri. A lanciare l'allarme intorno alle 16 e 30 di ieri sono stati i colleghi, che dopo il crollo del cubo di carta hanno tentato di spostarla per soccorrere l'operaio senza tuttavia riuscirci. Alcuni minuti dopo sono giunti sul posto i vigili del fuoco, che hanno estratto il corpo del 64enne. Purtroppo non c'era ormai più nulla da fare. A svolgere le indagini saranno gli agenti del commissariato, che hanno chiesto la collaborazione dell’ispettorato del lavoro. Gli inquirenti stanno ascoltando le testimonianze dei dipendenti dell’isola ecologica che erano presenti al momento dell’incidente per accertare se siano state rispettate tutte le norme di sicurezza sul lavoro.