838 CONDIVISIONI
20 Gennaio 2021
20:26

Palermo, nuovi focolai di Covid-19 all’ospedale Civico: pazienti e medici positivi al virus

Nuovi focolai nell’ospedale Civico di Palermo, dove pazienti e medici sono risultati positivi al tampone per il Covid-19. Il personale medico è stato vaccinato tra il 31 dicembre e il 7 gennaio, ma la positività non è da ritenersi un “fallimento” del siero. La risposta immunitaria partirebbe dal secondo richiamo. Fa ben sperare per l’utilità del vaccino, però, il fatto che coloro che sono stati vaccinati sono asintomatici.
A cura di Gabriella Mazzeo
838 CONDIVISIONI

Pazienti e sanitari del reparto di Cardiologia dell'ospedale Civico di Palermo sono risultati positivi al Covid. Per questo, i ricoveri sono sospesi, a eccezione delle urgenze. Stessa situazione anche nell'ospedale Policlinico, dove i pazienti sono stati dirottati nei reparti Covid e le corsie sono state chiuse in attesa della sanificazione. Fino ad allora, anche qui i ricoveri sono stati sospesi. Si tratta di nuovi focolai all'interno degli ospedali siciliani, situazione già denunciata con la richiesta della zona rossa nell'isola italiana.Sono aumentati anche i casi nel cluster in Medicina d'urgenza del Civico con 21 contagiati: 12 pazienti, 7 infermieri e 2 medici. Altri due operatori hanno sviluppato sintomi nelle prime ore di questa mattina 20 gennaio 2021 e sono in attesa dell'esito del tampone.Anche qui i ricoveri ordinari sono stati sospesi.

Il vaccino anti-Covid

Tutti i sanitari della Medicina d'urgenza erano stati vaccinati con la prima dose del vaccino Pfizer tra il 31 e il 7 gennaio, ma la positività non è da attribuire alla vaccinazione: l'immunità, infatti, sarebbe da ritenersi a buon punto con il secondo richiamo del siero, non ancora somministrato a tutti i sanitari. Coloro che sono stati vaccinati, però, sono asintomatici e non presenterebbero disturbi particolari legati alla malattia. Se la situazione si manterrà simile, saranno sottoposti alla seconda dose del vaccino anti-Covid.

Il primario Massimo Geraci del reparto Medicina d'Urgenza del Civico di Palermo ha fatto sapere che se i nuovi positivi vaccinati non dovessero sviluppare sintomi, sarebbe da considerarsi una "buona notizia" per quanto riguarda l'esito della somministrazione del siero. In quel caso, ha affermato Geraci, si andrebbe avanti con la seconda dose in quanto la vaccinazione dovrebbe aver iniziato a sortire gli effetti sperati, ossia una non letalità del Covid-19.

838 CONDIVISIONI
Il presidente del Consiglio Mario Draghi positivo al Covid-19
Il presidente del Consiglio Mario Draghi positivo al Covid-19
Soffre di Long Covid la metà dei pazienti che finiscono in ospedale, sintomi dopo 2 anni: lo studio
Soffre di Long Covid la metà dei pazienti che finiscono in ospedale, sintomi dopo 2 anni: lo studio
Medici in fuga dagli ospedali, dopo la pandemia si licenziano: "Nei prossimi anni carenza sanitari"
Medici in fuga dagli ospedali, dopo la pandemia si licenziano: "Nei prossimi anni carenza sanitari"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni