Un uomo di 45 anni è stato arrestato per maltrattamenti: dopo essere tornato a casa dal lavoro ha trovato per cena una delle pietanze a lui meno gradite, i sofficini, e ha scaricato la sua rabbia contro la moglie. La vicenda, che ha dell'incredibile, è stata raccontata da Il Giornale di Sicilia ed è avvenuta a Palermo, in un appartamento dello Sperone. L'uomo, incensurato, è stato arrestato e condotto al carcere Pagliarelli.

Stando a quanto racconta il quotidiano siciliano il quarantacinquenne sarebbe rientrato a casa e avrebbe trovato sulla tavola gli odiati sofficini. Di certo i rapporti con la moglie erano tesi da tempo e per altre ragioni, ma l'ennesima discussione è scoppiata quando l'uomo ha lanciato il piatto per aria davanti ai figli. Un gesto che, giustamente, ha mandato su tutte le furie la moglie che ha richiesto l'intervento dei carabinieri. Il 45enne è stato quindi arrestato per maltrattamenti aggravati nei confronti della donna, che mai prima aveva sporto denuncia nei suoi confronti.

A quanto pare dopo l'intervento dei carabinieri gli animi si erano calmati, tanto che i militari se ne stavano andando, salvo poi tornare indietro quando hanno udito l’uomo dire alla sorella (che vive nella stessa casa): "Un giorno di questi ci abbracciamo e ci buttiamo insieme dal balcone". I carabinieri sono tornati nella casa e hanno deciso di arrestare il 45enne. Il giudice ha deciso di convalidare l’arresto. L'uomo ha trascorso due notti in cella e poi è tornato libero.