4.482 CONDIVISIONI
Covid 19
11 Settembre 2020
11:30

Palermo, contagi in aumento: all’ospedale Cervello esauriti i posti in terapia intensiva

Aumentano i contagi in tutta la Sicilia, specialmente a Palermo, dove nell’ultimo mese sono stati 414 e dove si registra già il collasso del reparto di terapia intensiva al Covid Hospital dell’Ospedale Cervello. Non ci sono più posti letto in rianimazione, quindi.
A cura di Davide Falcioni
4.482 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Dopo mesi di relativa calma la Sicilia deve fare i conti con un significativo aumento dei contagi: nell'ultimo mese infatti sono stati segnalati 333 nuovi casi a Catania (1217 dall’inizio dell’epidemia), 414 a Palermo (929), 164 a Messina (675), 36 ad Enna (484), 118 a Siracusa (456), 39 a Caltanissetta (237), 246 a Ragusa (425), 177 a Trapani (316), 101 ad Agrigento (268). La situazione che desta maggiori preoccupazioni è quella del capoluogo, dove l'incremento dei contagi ha causato il collasso del reparto di terapia intensiva al Covid Hospital dell'Ospedale Cervello. Dei diciotto ricoverati in rianimazione in tutta la regione ben otto sono assistiti nel reparto dell’ospedale palermitano. L'attenzione delle autorità sanitarie è quindi ai massimi livelli ed è già scattato il piano di emergenza predisposto dalla Regione: i prossimi malati di Covid-19 che necessiteranno della ventilazione artificiale verranno trasferiti all’ospedale Civico e, qualora anche lì si dovessero esaurirsi i posti letto, si ricorrerebbe all’Ismett, l’Istituto Trapianti, con altre undici postazioni pronte.

Proprio ieri l'assessore alla salute della Regione Sicilia Ruggero Razza ha convocato un vertice con i manager di tutte le aziende sanitarie per fare il punto della situazione: in seguito all'aumento dei contagi tra la popolazione, sono state analizzate le fasi dei piani di prevenzione dal virus e di incremento delle terapie intensive, programmi che erano stati messi da parte quando sembrava che il virus stesse regredendo in maniera significativa ma che ora evidentemente la Regione intende tirare nuovamente fuori per non farsi cogliere impreparata da un nuovo aumento dei ricoveri ospedalieri che al momento fortunatamente crescono a livelli molto più bassi rispetto ai contagi.

4.482 CONDIVISIONI
28337 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni