Un bambino di tre anni in vacanza in Sicilia insieme ai genitori – una coppia di Foligno – è stato salvato dopo un improvviso malore dall'intervento di una volante della Polizia Stradale di Buonfornello: il piccolo infatti viaggiava nell'auto dei genitori che ha subito un guasto lungo la strada. Provvidenziale si è quindi rivelato l'intervento degli agenti.

È accaduto alcuni giorni fa ma solo oggi la vicenda è stata resa nota dalla polizia: il bimbo aveva accusato dei dolori e per questo il padre e la madre si erano messi in viaggio verso l'ospedale di Palermo, imboccando la A19. La marcia verso il pronto soccorso però si è arrestata all'improvviso quando la la loro auto, giunta all’altezza di Altavilla Milicia, ha avuto un guasto che ha gettato i due nel panico. "Col passare dei minuti e con l’acuirsi dei dolori del bimbo, è subentrata l’angoscia e la paura di non farcela a raggiungere i soccorsi – raccontano dalla questura -. È stato a quel punto che una vettura della polizia stradale, in servizio di pattugliamento sulla A19, si è materializzata lungo il tratto nei pressi dello svincolo di Altavilla Milicia. Durante le concitate fasi in cui i turisti stavano raccontando cosa fosse accaduto ai poliziotti, il piccolo ha perso conoscenza ed è stato quello il momento in cui gli agenti hanno realizzato di non poter perdere ulteriore tempo".

I poliziotti hanno afferrato il bambino adagiandolo nell’abitacolo della volante; anche la mamma è stata fatta accomodare sul mezzo con cui si è partiti alla volta dell’Ospedale dei Bambini. "Durante il tragitto – aggiungono dalla questura – i poliziotti hanno chiesto ed ottenuto, attraverso la sala operativa, che la struttura ospedaliera fosse allertata in relazione all’imminente arrivo del piccolo, che sarebbe giunto a destinazione nel giro di alcuni minuti". Il piccolo è stato successivamente soccorso dai medici ed è fuori pericolo.