Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Pomeriggio di paura nel pronto soccorso dell'ospedale di Padova nel pomeriggio di ieri dove una famiglia si è resa protagonista di un vero e proprio episodio di violenza ai danni della struttura ospedaliera: a farne le spese la porta d'ingresso del pronto soccorso che è stata praticamente distrutta.

Hanno raccontato di aver iniziato a bere dopo il decesso di un parente

Il tutto si è consumato in pochi minuti nel pomeriggio di ieri domenica 10 gennaio quando all'entrata del pronto soccorso della città di Padova si è presentato un intero nucleo familiare composta da marito, moglie e due figli, uno di 19 e un altro di 17 anni. Stando a quanto si apprende sembra che il più piccolo dei figli fosse sotto l'effetto di sostanza alcoliche e che per questo avesse perso i sensi: a quel punto i genitori del giovane avrebbero chiesto ai medici di visitarlo immediatamente senza aspettare il proprio turno. Dinanzi a una non risposta del personale medico avrebbero iniziato a prendere a spallate la porta scorrevole che conduce all’area verde del pronto soccorso finendo per sganciarla dai blocchi di sicurezza.

L'intera famiglia è stata denunciata per interruzione di pubblico servizio

A quel punto il medico di turno ha preso in carica il 17enne che ha constato essere in preda ai fiumi dell'alcol. E così anche il resto della famiglia, compreso il padre, che con tono intimidatorio si è rivolto al personale medico. Tutti e quattro sono stati identificati e denunciati dalla polizia per interruzione di pubblico servizio: alle forze dell'ordine avrebbero spiegato di aver appreso del decesso di un loro parente poco prima e per questo di aver iniziato ad assumere bevande alcoliche.