29 CONDIVISIONI
Alessandra Matteuzzi uccisa a Bologna, ultime news

Omicidio Matteuzzi, il suo killer Giovanni Padovani chiede trasferimento in Rems: giudici dicono no

La Corte di assise ha rigettato l’istanza del legale di Giovanni Padovani, in carcere a Reggio Emilia con l’accusa di avere ucciso la ex, Alessandra Matteuzzi, a Bologna. Si attende la perizia psichiatrica.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Biagio Chiariello
29 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Alessandra Matteuzzi uccisa a Bologna, ultime news

 Giovanni Padovani, accusato dell'omicidio dell'ex fidanzata Alessandra Matteuzzi, ha richiesto ma non ottenuto il trasferimento in una Rems (residenza per l'esecuzione delle misure di sicurezza). Attualmente è detenuto nel carcere di Reggio Emilia per avere assassinato a martellate, calci, pugni e colpi di panchina la ex compagna, 56 anni.

Lo ha stabilito la Corte di assise bolognese, rigettando un'istanza in tal senso della difesa, l'avvocato Gabriele Bordoni. Anche la Procura aveva dato parere contrario.

Al momento è ancora in corso una perizia sull'infermità psichica dell'imputato che nei mesi scorsi si è reso protagonista di svariati episodi autolesivi. L'ultimo lo scorso agosto quando ha tentato di tagliarsi le vene con un coccio affilato trovato non si sa bene dove; secondo i referti dei sanitari, ha perso oltre un litro di sangue. Più di cinquanta i punti di sutura necessari. In precedenza aveva ingerito una bottiglia di detersivo all’interno della casa circondariale.

Padovani è trattato con sedativi anche a causa delle allucinazioni uditive e visive che lamenta di giorno e di notte. Il detenuto avrebbe sofferto anche di grave attacchi di convulsioni, ritenuti dai medici riconducibili a epilessia, patologia con cui avrebbe familiarità.

Giovanni Padovani alla Sancataldese
Giovanni Padovani alla Sancataldese

Giovanni Padovani è accusato di omicidio aggravato da premeditazione, futili motivi, legame affettivo e stalking. I suoi avvocati hanno richiesto una perizia psichiatrica, insistendo sul fatto che l'uomo sarebbe affetto da una forma di schizofrenia psicotica, che nelle fasi più acute lo esporrebbe a rischi autolesionistici e istinti suicidi.

29 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views