8 Marzo 2022
07:46

Omicidio Diego Damis, arrestato un 18enne: “Ha usato la sua carta di credito per comprare sigarette”

Svolta nel caso del 41enne italiano ucciso a Chicago: per l’omicidio di Diego Damis è stato arrestato un ragazzo di 18 anni che lo avrebbe aggredito per strada per rapinarlo.
A cura di Susanna Picone

È a una svolta il caso di Diego Damis, l’italiano di 41 anni ucciso a Chicago mentre stava tornando a casa. Per il delitto negli Usa è stato arrestato un ragazzo di 18 anni, Keante McShan. Un ragazzo che avrebbe sottratto a Diego la carta di credito e poco tempo dopo l’aggressione l’avrebbe usata per comprare delle sigarette. Le ultime notizie sull’omicidio di Diego Damis arrivano in Italia grazie alla sorella della vittima, Laura, la quale ha ricostruito l’indagine ai giornalisti umbri.

"Mio fratello si è trovato nel posto sbagliato nel momento sbagliato”

Diego, secondo la prima ricostruzione, avrebbe incontrato casualmente in strada chi poi lo ha ucciso. "Mio fratello si è trovato nel posto sbagliato nel momento sbagliato”, le parole della sorella. "Stava tornando a casa – ha detto ancora – e giocava a scacchi, distratto, al telefono con un suo amico. C'era una persona che stava rubando nelle auto di quella zona. Si sono incrociati e visto che questo ragazzo non aveva trovato nulla di valore nelle auto è tornato indietro e ha aggredito mio fratello, sottraendogli il portafoglio dove aveva una carta di credito usata mezz'ora dopo per acquistare le sigarette”.

Una fiaccolata per ricordare l'italiano ucciso a Chicago

La stessa Laura Damis aveva dato notizia dell’arresto di un giovane per l’omicidio di Diego. "Hanno preso l'assassino di Diego. Gli investigatori sono stati bravissimi”, ha raccontato all’Ansa. L’indagine ha potuto contare sui filmati di alcune telecamere di videosorveglianza. Originario di Perugia, Diego Damis viveva a Chicago dal 2015 e lavorava come barista. Lo scorso weekend nel quartiere dove è avvenuto l’omicidio – lungo South Greenwood Avenue – gli amici e i conoscenti dell'italiano hanno organizzato una fiaccolata per ricordare il giovane, descritto come una persona molto amata da tutti.

Dal 30 giugno nessuno potrà rifiutare un pagamento con carta di credito, nemmeno per un caffè
Dal 30 giugno nessuno potrà rifiutare un pagamento con carta di credito, nemmeno per un caffè
Con la tecnica dello sputo rubavano i soldi allo sportello bancomat, arrestata una 18enne a Trieste
Con la tecnica dello sputo rubavano i soldi allo sportello bancomat, arrestata una 18enne a Trieste
Massa: uomo si barrica in casa e sequestra i suoi tre fratelli. Irruzione dei carabinieri
Massa: uomo si barrica in casa e sequestra i suoi tre fratelli. Irruzione dei carabinieri
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni