3 Aprile 2022
09:43

Oltre 90 persone sono morte in un naufragio nel Mediterraneo a largo della Libia

Nuovo naufragio nel Mediterraneo: questa volta avrebbero perso la vita 90 persone e le quattro sopravvissute stanno per essere riportate nei centri di detenzione libici.
A cura di Giacomo Andreoli

Ancora morti tra i migranti che provano ad attraversare il Mediterraneo. Sarebbero 90 le persone che hanno perso la vita in un naufragio a largo delle coste libiche. I migranti si trovavano su un barcone sovraffollato partito quattro giorni fa e tra di loro solo in quattro sono sopravvissuti. Una nuova strage nel Mediterraneo, quindi, a poche settimane dagli ultimi naufragi registrati. A salvare i quattro è stata la petroliera Alegria 1, al cui equipaggio hanno raccontato la traversata dalla Libia.

Sarebbero stati loro a riferire che sul gommone erano presenti un centinaio di persone. Prima del naufragio, in effetti, Alarm Phone aveva lanciato un Sos per un'imbarcazione alla deriva con circa novanta persone a bordo. Le ricerche, però, non avevano portato a nessun risultato concreto. La petroliera, dopo il recupero, si è diretta verso la Libia. Su tutte le furie Medici senza frontiere, che ha denunciato come l'equipaggio abbia ignorato le loro offerte di assistenza medica e la loro richiesta di non riportare le persone a Tripoli e dintorni, dove "quasi certamente dovranno affrontare detenzioni, abusi e maltrattamenti". Insomma, stanno per tornare in quei centri di detenzione che il Papa ha definito "lager".

L'ong ha quindi chiesto l'intervento diretto delle autorità italiane e maltesi, per assumere il coordinamento dell'operazione ed assegnare ai quattro superstiti del naufragio un porto sicuro in territorio europeo, "prima che sia troppo tardi". L'organizzazione ha anche interpellato Frontex e le altre agenzie dell'Ue presenti nel Mediterraneo affinché indaghino sul naufragio e ne rivelino i dettagli. Gli ha fatto Sea Watch, secondo cui l'evento è ancora una volta "di dimensioni catastrofiche".

A chiedere un cambio di rotta è anche Mediterranea. L'ong ha scritto su Twitter: "Ora i quattro rischiano di essere respinti illegalmente in Libia. Alegria1 deve condurli al porto sicuro più vicino e al più presto!".

Naufragio al largo della Libia: annegati due bambini libici e un uomo siriano
Naufragio al largo della Libia: annegati due bambini libici e un uomo siriano
Strage di migranti al largo della Libia: 22 morti annegati dopo 9 giorni in mare
Strage di migranti al largo della Libia: 22 morti annegati dopo 9 giorni in mare
Migranti, la storia della neonata di quattro mesi salvata in mare da un giovane del Togo
Migranti, la storia della neonata di quattro mesi salvata in mare da un giovane del Togo
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni