Oggi Ylenia Carrisi, la figlia scomparsa di Albano Carrisi e Romina Power, avrebbe compiuto 50 anni. In occasione del suo compleanno, mamma Romina, che non ha mai smesso di credere di poter trovare la verità sul caso, le ha dedicato un commovente messaggio Instagram:

I compleanni sono pensati per essere trascorsi insieme. Dovrebbero essere pieni di gioia, risate e festeggiamenti. I compleanni riportano i ricordi, tracciano la nostra vita e ci danno un senso del tempo che passa. Tuttavia, su un altro piano, l'eterno presente collega tutte le persone con cui condividiamo una profonda connessione. In quel piano siamo sempre insieme e l'amore che abbiamo provato l'uno per l'altro rimane eterno. Non importa quanto difficile possa essere il nostro Karma, non c'è fine all'amore e questo è ciò che vince alla fine. Possa il nostro amore splendere per sempre.

La scomparsa di Ylenia risale a ventisei anni fa. Ylenia Carrisi si trovava in America, dove aveva deciso di trascorrere un periodo sabbatico, quando ha fatto perdere le sue tracce. La sua scomparsa fu denunciata il 1° gennaio da papà Albano, a Bari. Dopo aver allertato le autorità Albano e Romina lasciarono Cellino per andare a cercare di persona la figlia. Quando è scomparsa, Ylenia era alloggiata in un hotel di New Orleans, insieme al sassofonista-guru, Alexander Masakela, per anni attenzionato nell'indagine sulla scomparsa della ragazza. Da allora nessuna pista, per quanto credibile, ha trovato elementi di prova. Si è creduto che Ylenia potesse essere una delle vittime dell'assassino seriale, Happy Face Killer, ma anche questa suggestione è caduta nel vuoto. Dopo molti anni è stata dichiarata la morte presunta della figlia di Albano e Romina. Proprio quest'ultima, tuttavia, non si è mai rassegnata a crederla morta e continua, in America, la sua personale indagine per ritrovare Ylenia.