30 Novembre 2021
08:05

Obbligo vaccinale e restrizioni: come i paesi europei si difendono dalla variante Omicron

Con l’arrivo della nuova variante Omicron non solo in Italia ma anche negli altri paesi europei aumentano le restrizioni per contenere la diffusione del Covid-19. Green Pass e obbligo vaccinale gli strumenti utilizzati anche da Austria, Belgio e Germania. Fanalino di coda la Gren Bretagna dove il pass sanitario viene raramente richiesto.
A cura di Chiara Ammendola

Obbligo vaccinale e Green Pass, sono questi gli strumenti con i quali i paesi europei si difenderanno dalla nuova variante Omicron già individuata in diverse zone del vecchio continente. Prima tra queste l'Italia dove con il nuovo decreto legge il governo ha esteso l'obbligo del vaccino a tutto il personale scolastico, alle forze dell'ordine e a chiunque lavori nelle strutture sociosanitarie. Si tratta di un passaggio fondamentale nella tutela non solo di chi svolge queste mansioni ma di tutti gli altri soggetti che vi gravitano intorno e che fa salire a quasi 4 milioni il numero dei lavoratori in Italia che devono vaccinarsi per legge. Per tutti gli altri invece rimarrà il Green Pass, quello base, da presentare obbligatoriamente sul posto di lavoro.

Ed è sulla misura del pass sanitario che hanno iniziato a puntare molti dei governi europei individuando nel Green Pass lo strumento adatto a prevenire la diffusione del virus, insieme a una campagna vaccinale che porti ad aderirvi la maggior parte delle persone. Al momento infatti l'unico paese ad aver introdotto l'obbligo vaccinale per tutti è solo l'Austria dove a partire dal prossimo 1° febbraio tutti dovranno sottoporsi all'inoculazione del vaccino, intanto è richiesto il Green Pass al lavoro che si ottiene con vaccinazione, tampone negativo o guarigione dal Covid da non più di sei mesi. Per quanto riguarda il Belgio invece, il governo locale sta pensando all'introduzione dell'obbligo vaccinale solo per il personale sanitario a partire dal 1° gennaio 2022. Mentre in Francia l'obbligo vaccinale è previsto per alcune categoria come personale sanitario, pompieri ed esercito, come in Italia, l’obbligo vaccinale è previsto solo per determinate categorie (personale sanitario, pompieri, esercito) e il Green Pass, finora obbligatorio per gran parte delle categorie lavorative, potrebbe essere assoggettato alla terza dose di vaccino per essere valido.

In Germania è stato introdotto l'obbligo vaccinale per chi lavora nell'Esercito mentre per tutte le altre categorie di lavoratori sarà necessario il pass sanitario, introdotto a partire dal 24 novembre e che rimarrà in essere almeno fino al 31 marzo 2022. Infine in Gran Bretagna è previsto l’obbligo di vaccinazione per chiunque acceda, non solo per motivi di lavoro, dunque anche per i famigliari, in qualsiasi struttura assistenziale, per quanto riguarda il personale sanitario dovrà vaccinarsi per legge a partire da aprile 2022, mentre il Green Pass non viene praticamente richiesto in nessun luogo.

Obbligo vaccinale, super green pass e stop restrizioni: come stanno affrontando Omicron in Europa
Obbligo vaccinale, super green pass e stop restrizioni: come stanno affrontando Omicron in Europa
Perché l’obbligo vaccinale è giusto, ma non basta per sconfiggere Omicron
Perché l’obbligo vaccinale è giusto, ma non basta per sconfiggere Omicron
Covid-19, l'obbligo vaccinale ora cambia poco: la priorità è fermare i contagi da Omicron
Covid-19, l'obbligo vaccinale ora cambia poco: la priorità è fermare i contagi da Omicron
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni