Immagine di archivio
in foto: Immagine di archivio

Una strana e inquietante scia di sangue sull’asfaltato che proseguiva evidente per centinaia di metri in strada. È la terribile scena in cui si sono imbattuti diversi automobilisti di passaggio a Ottana, in Sardegna, e che ha portato alla scoperta di una orribile e drammatica violenza su animali nel piccolo comune in provincia di Nuoro. Quel sangue infatti era di un cane legato all’auto del suo proprietario e trascinato per le strade del paesino in pieno giorno in una sorta di macabro calvario che inevitabilmente ha portato alla sua morte. Come ricostruito dai carabinieri della locale compagnia, che hanno deciso di approfondire il caso dopo essersi imbattuti nelle evidenti tracce di sangue del povero animale sulla strada, l’uomo ha legato con una fune alla vettura un cane di colore nero e taglia media e lo ha trascinato lungo la strada principale del centro del comune nuorese sfrecciando a velocità sostenuta.

Ad incastrare l’uomo le immagini registrate da alcune telecamere di sorveglianza della zona che hanno ripreso l’intera scena. La crudele vicenda è stata ricostruita dai militari dell’arma proprio in base ai video che sono stati acquisiti e consultati fino all’individuazione dell’orario in cui è avvenuto il fatto. Grazie agli stessi filmati, è stato possibile anche risalire all’auto con la quale è stato messo in atto il macabro episodio e al suo proprietario che era anche il padrone del cane. L’uomo è stato denunciato dai carabinieri a piede libero e deve rispondere dei reati di maltrattamento di animali che prevede la pena della reclusione da tre a diciotto mesi o la multa da 5mila a 30mila euro.