Ennesimo gravissimo incidente sul lavoro. Michele Manca, un uomo di 59 anni di Atzara, in Sardegna, molto conosciuto e stimato da tutti, è morto ieri mentre stava lavorando nei campi: Manca stava potando un albero con una motosega quando è stato colpito da un grosso ramo. I soccorsi, rapidi, si sono purtroppo rivelati inutili. L’uomo si è spento nel giro di pochi minuti, e sul posto sono intervenuti anche i carabinieri che hanno aperto un'inchiesta per chiarire cosa sia accaduto. Sgomento e lacrime tra la comunità del piccolo centro della provincia di Nuoro e anche a Meana Sardo.

Incidenti mortali sul lavoro: da gennaio a luglio già 599 decessi

Quella di Michele Manca è l'ennesima tragedia sul lavoro di un anno in cui sono praticamente all'ordine del giorno le notizie di decessi di lavoratori. Tra gennaio e luglio 2019 infatti sono stati 599 gli incidenti mortali, con un incremento del 2 per cento rispetto allo stesso periodo del 2018. Nello stesso periodo si è registrato un calo delle denunce di infortunio sul lavoro presentate all'Inail: sono state 378.671(62 in meno rispetto allo stesso periodo del 2018).

L'Inail ha inoltre reso noto che il numero degli infortuni denunciati è diminuito dello 0,4% nella gestione Industria e servizi (dai 294.934 casi dei sette mesi 2018 ai 293.709 dei sette mesi 2019), mentre è cresciuto dell'1,1% in Agricoltura (da 18.732 a 18.946) e dell'1,5% nel Conto Stato (da 65.067 a 66.016). A livello territoriale si evidenzia una diminuzione delle denunce nel Nord-Ovest (-0,2%), nel Nord-Est (-0,3%) e al Sud (-0,6%). In controtendenza il Centro e le Isole che presentano un aumento pari rispettivamente allo 0,9% e allo 0,5%. Tra le regioni che hanno fatto registrare i decrementi percentuali maggiori, il Molise (-5,3%) e la Valle d'Aosta (-2,0%), mentre gli incrementi più consistenti sono in Sardegna (+3,5%) e Umbria (+3,0%).