video suggerito
video suggerito
News su migranti e sbarchi in Italia

Non si sa nulla della barca alla deriva con 500 migranti, tra cui un neonato. Emergency: “Scomparsi”

Non si hanno più notizie dei 500 migranti che si trovavano su un barcone alla deriva in zona Sar maltese. Emergency: “Le 500 persone sul peschereccio sono scomparse. Siamo estremamente preoccupati per il loro destino”.
A cura di Annalisa Cangemi
36 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Nessuna notizia dei 500 migranti a bordo di un barcone in difficoltà, che si trovava, stando alle ultime comunicazioni, in zona Sar maltese. Ieri la nave di Emergency, la Life Support, si è diretta verso il luogo da cui è partita la segnalazione. Dei 500 naufraghi però non si è saputo più nulla, e nessuna delle autorità marittime contattate, Italia e Malta, si sono attivate per cercare di raggiungere il natante in distress.

"Ancora nessuna notizia sul destino di questo gruppo. Italia e Malta tacciono su quello che è successo alle 500 persone. A sostegno dei parenti chiediamo chiarimenti e risposte", ha detto il call center per i migranti in mare, Alarm Phone, che martedì aveva lanciato un SOS segnalando la presenza di un barcone alla deriva nel Mediterraneo centrale con 500 persone in fuga dalla Libia.

"Dicono che molta acqua è entrata nel ponte inferiore costringendoli a spostarsi su quello superiore", aveva detto l'ong, che ieri era tornata a chiedere soccorsi immediati, spiegando di aver perso i contatti con i naufraghi. "L'ultima posizione che abbiamo ricevuto era di 35 miglia all'interno della Sar maltese". A bordo del peschereccio anche 45 donne, molte delle quali incinte, e 56 bambini, tra cui un neonato nato a bordo del barcone. "Stiamo navigando a tutta velocità per salvare quante più persone possibili. Abbiamo chiesto a Italia e Malta di coordinare le operazioni ma nessuna autorità ha finora accettato di assumere la responsabilità dei soccorsi", hanno fatto sapere dalla nave di Emergency, che però ora teme il peggio: "Le 500 persone sul peschereccio sono scomparse. Siamo estremamente preoccupati per il loro destino, hanno il diritto di essere soccorse e non ignorate dalle autorità competenti". 

La Life Support in un primo momento aveva provato a contattare le autorità di Malta per richiedere il coordinamento dei soccorsi. Ma La Valletta non ha risposto alle comunicazioni della ong. L'organizzazione umanitaria ha inoltrato la sua richiesta anche alle autorità italiane, ma il Centro Nazionale di Coordinamento del Soccorso Marittimo si è limitato a rispondere che il caso è di competenza maltese.

"500 persone a bordo di un barcone con il motore in avaria in zona Sar maltese. In mancanza di un intervento delle autorità marittime, la Life Support di Emergency sta cercando l'imbarcazione. Ancora una volta tempi lunghissimi per salvare vite in mare", ha denunciato anche il portavoce dell'Oim, Flavio Di Giacomo.

36 CONDIVISIONI
881 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views