Ospedale da campo a New York
in foto: Ospedale da campo a New York

New York potrebbe scavare fosse comuni in alcuni parchi pubblici cittadini per far fronte all'emergenza delle sepolture causata dall'aumento tragico delle vittime del coronavirus. La misura, si legge in un articolo del New York Times, è contenuta in uno dei piani di emergenza messi a punto negli ultimi giorni. Non è ancora in atto, ma potrebbe scattare se gli obitori cittadini non fossero più in grado di accogliere le salme.

Troppe vittime di coronavirus: New York considera fosse comuni nei parchi

Quella delle sepolture di massa è una soluzione estrema che le autorità sperano di evitare, ma è stata presa in considerazione. Al momento l'ipotesi che il numero dei decessi superi la capacità degli obitori cittadini è tutt'altro che remota. Il presidente della commissione sanitaria municipale, Mark Levine, ha rivelato che i tecnici dell'amministrazione comunale stanno valutando le opzioni per creare fosse comuni temporanee in un parco pubblico, ma non ha spiegato quale parco sia stato preso in considerazione. Il sindaco di New York, Bill de Blasio, ha confermato che il piano è stato valutato, ma ha assicurato che per il momento non è stato messo in atto.

Oltre 10mila morti negli Stati Uniti

Ha superato quota 10.000 morti il bilancio dell'epidemia di covid-19 negli Stati Uniti. I dati aggiornati sono stati diffusi dal governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo. Le vittime nell'intero Paese sono 10.252, di cui 4.758 a New York. Tra i decessi si registra anche quello di una neonata contagiata dal coronavirus, morta in Lousiana a un solo giorno di vita. I casi di contagio negli Usa sono ora 344.554.