17.413 CONDIVISIONI
26 Giugno 2021
14:46

Morto a 27 anni di caldo e sfruttamento: Camara lavorava nei campi per 6 euro all’ora

Camara Fantamadi, il ragazzo di 27 anni originario del Mali morto giovedì lungo una strada nelle campagne di Tuturano (Brindisi), guadagnava sei euro all’ora: da giorni doveva zappare i campi sotto 40 gradi. Ha accusato un malore mentre tornava a casa in bicicletta.
A cura di Davide Falcioni
17.413 CONDIVISIONI

Camara Fantamadi, il ragazzo di 27 anni originario del Mali morto giovedì nelle campagne di Tuturano, frazione del comune di Brindisi, dopo aver trascorso una giornata di lavoro nei campi sotto il sole e mentre era in sella alla sua bici, guadagnava sei euro all'ora: in cambio di questo misero salario il giovane doveva rimanere giornate intere a zappare nelle torride campagne pugliesi. A raccontarlo a La Presse è stato Drissa Kone, 34 anni, rappresentante della comunità africana a Brindisi. "È stato stroncato da un malore dopo aver terminato il suo turno nella campagne di Tuturano: aveva zappato per 4 ore, paga di 6 euro l'ora", ha riferito, svelando che – sebbene le cause del decesso siano state naturali – non è escluso che a causare il malore possa aver contribuito la fatica del lavoro sommata a quella che stava facendo in bicicletta per tornare a Brindisi, dove era ospite a casa del fratello, il quale ha espresso il desiderio di riportare la salma in Mali. "Siccome per il rimpatrio sono necessari almeno 4mila euro, abbiamo avviato una raccolta fondi e speriamo di raggiungere l'obiettivo quanto prima", conclude Kone.

Il corpo di Camara Fantamadi è stato trovato nel pomeriggio del 24 giugno da un automobilista di passaggio, al lato della strada provinciale 43, la bretella che collega Brindisi a Tuturano. La bicicletta che usava per spostarsi era appoggiata accanto a un muretto. Sul posto sono intervenuti i soccorritori, ma per il 27enne non c'era ormai nulla da fare. Camara da tre giorni si era trasferito da Eboli a Tuturano, dove viveva con il fratello: era arrivato in Italia dal Mali a bordo di un barcone con il sogno di una vita migliore.

A seguito della tragedia che ha visto protagonista il 27enne a partire da lunedì 28 giugno sarà vietato svolgere qualsiasi tipo di lavoro nei campi del comune di Brindisi, dalle 12 alle 16, e ogni qualvolta che la mappa del rischio dell'Inail indicherà il pericolo di alte temperature. Il divieto è stato stabilito, con ordinanza, dal sindaco Riccardo Rossi. "La vicenda di Camara Fantamadi, un ragazzo di 27 anni che dopo una giornata di lavoro nei campi di Brindisi, durante il ritorno in bici, è morto vittima del troppo caldo, ha colpito tutta la nostra comunità ", dice Rossi. "Molti sono i lavoratori che sono morti negli anni a causa delle condizioni proibitive nelle campagne durante la stagione estiva. Per questo ho ritenuto corretto salvaguardare la salute dei lavoratori nelle giornate più calde, provvedendo ad emettere questa ordinanza", spiega. "Il lavoro non può mai essere sfruttamento, deve essere rispettoso della dignità delle persone e garantire le condizioni di salute e sicurezza", conclude il sindaco Rossi.

17.413 CONDIVISIONI
Operaio morto schiacciato nei rulli a Campi Bisenzio, l'autopsia: Giuseppe deceduto per asfissia
Operaio morto schiacciato nei rulli a Campi Bisenzio, l'autopsia: Giuseppe deceduto per asfissia
Ondate di calore e alluvioni in aumento nei prossimi anni: a rischio 6 città italiane
Ondate di calore e alluvioni in aumento nei prossimi anni: a rischio 6 città italiane
Previsioni meteo 6 settembre, da lunedì tornano sole e caldo sull'Italia
Previsioni meteo 6 settembre, da lunedì tornano sole e caldo sull'Italia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni