Il nostro vaccino "garantirà l'immunità a lungo ma per quest'anno lo daremo solo agli Usa". Lo dice chiaramente Tal Zaks, chief medical officer dell'azienda farmaceutica ‘Moderna', in un'intervista a Repubblica. Il candidato vaccino anti-Covid messo a punto dall'azienda statunitense sarebbe efficace al 94,5%. L'annuncio è arrivato dalla stessa azienda a pochi giorni di distanza da quella del colosso Pfizer, il cui vaccino si sarebbe dimostrato invece efficace al 90%.

Vaccino Moderna solo agli USA

Moderna sta trattando con Bruxelles e con i ministri della Salute dei vari Paesi, nel 2020 produrrà 20 milioni di dosi solo per gli Usa, mentre le previsioni sullo sbarco in Europa ancora non ci sono, “ma abbiamo un sito di produzione in Svizzera e uno di confezionamento in Spagna” spiega. Prima negli Usa perché “ci hanno sostenuto molto, sia nello sviluppo clinico che nella produzione. Non deve sorprendere che le prime dosi, tutte quelle del 2020, siano riservate agli Stati Uniti. Per gli impianti di fabbricazione in Svizzera e Spagna abbiamo fatto tutti gli investimenti da soli, senza supporto locale” sottolinea Zaks.

Quanto costerà?

E poi spiega: "I positivi, fra i volontari della sperimentazione, sono stati testati solo se avevano sintomi" e per quanto riguarda gli anziani, invece, "l'efficacia è stata omogenea in tutte le fasce d'età". Quindi "ci aspettiamo una buona protezione per tutti". Sui tempi, i modi e le quantità della produzione, Zaks assicura: "Stiamo trattando con la Commissione europea, con governi e ministeri della Salute di vari Paesi”. Sul prezzo, il vaccino dovrebbe essere venduto negli Usa a 25 dollari a dose, “una cifra verosimile” anche per l’Europa, anche se “non abbiamo ancora discusso”, conclude Zaks.