12.440 CONDIVISIONI
6 Luglio 2022
11:17

Migranti, la storia della neonata di quattro mesi salvata in mare da un giovane del Togo

Un giovane proveniente dal Togo ha salvato una neonata di 4 mesi mettendosela in spalla e nuotando verso la salvezza. Come decine di altri migranti viaggiava a bordo dell’imbarcazione affondata lo scorso 27 giugno nel Mediterraneo: nel naufragio sono morte almeno 30 persone.
A cura di Chiara Ammendola
12.440 CONDIVISIONI

Ha tirato fuori la neonata dall'acqua e l'ha appoggiata sulla sua spalla provando a nuotare verso la salvezza. E ci è riuscito portando portando in salvo quella bambina di soli quattro mesi e se stesso. Lui è un giovane di nemmeno 20 anni proveniente dal Togo che come altre cento persone si trovava a bordo dell'imbarcazione affondata lo scorso 27 giugno nel Mediterraneo: nel naufragio sono morte almeno più di 30 persone molte delle quali risultano ancora disperse.

Il fotografo Michael Bunel a bordo della Geo Barents, la nave di Medici Senza Frontiere che si occupa con decine di volontari di soccorrere le imbarcazioni di migranti in mare, ha immortalato la scena del salvataggio in un video diffuso dalla ong. Le immagini mostrano il giovane afferrare la neonata esanime per mettersela sulla spalla così da tenerla fuori dall'acqua. Ad aiutarlo un pezzo di legno galleggiante al quale si è aggrappato in attesa dei soccorsi, giunti poco dopo in aiuto.

Il momento in cui il giovane ha tirato la neonata fuori dall’acqua
Il momento in cui il giovane ha tirato la neonata fuori dall’acqua

I volontari della Geo Barents, come raccontato a Fanpage.it da Fulvia Conte, coordinatrice dei soccorsi per Medici senza frontiere (Msf), hanno portato in salvo più di 70 persone quel giorno, tra le quali moltissimi bambini, mentre tanti altri migranti non ce l'hanno fatta, come una donna incinta che è morta a bordo della nave dopo che i medici hanno provato a rianimarla per più di 40 minuti. Ce l'ha fatta invece la piccola di quattro mesi che, una volta sulla nave, insieme al suo salvatore, è stata affidata alle cure dei medici e a quelle della madre soccorsa poco prima.

La neonata soccorsa da Msf
La neonata soccorsa da Msf

Il giovane eroe, in un'intervista rilasciata a La Stampa, ha raccontato di esser partito insieme a sei amici con l’imbarcazione, nella speranza di arrivare in Europa e rifarsi una vita lontano della guerra civile che attanaglia il Togo da anni. Tutti i suoi compagni sono morti nel naufragio, mentre lui, uno dei pochi a saper nuotare, ha provato ad aiutare il maggior numero possibile di persone tra cui la neonata che ha strappato, con quel gesto pregno di umanità e disperazione, da morte certa. Il giovane, così come la piccola che ha salvato e la sua mamma, hanno trovato accoglienza a Malta in attesa di sapere cosa ne sarà del loro futuro.

12.440 CONDIVISIONI
I 659 migranti della Geo Barents sbarcheranno a Taranto: a bordo 150 minori, tra cui diversi neonati
I 659 migranti della Geo Barents sbarcheranno a Taranto: a bordo 150 minori, tra cui diversi neonati
Vive per 13 anni col collo piegato: la storia di una ragazzina e del medico che l’ha salvata
Vive per 13 anni col collo piegato: la storia di una ragazzina e del medico che l’ha salvata
Intera famiglia rischia di annegare: salvata da quattro bagnini eroi, uno è finito in ospedale
Intera famiglia rischia di annegare: salvata da quattro bagnini eroi, uno è finito in ospedale
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni