Un nuovo caso di meningite in Toscana. Il paziente è un bambino di circa tre anni, attualmente ricoverato nel reparto di pediatria dell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Al piccolo è stata diagnosticata un'infezione da meningococco di tipo B. A quanto si apprende, il bambino è in condizioni stabili e risponde bene alle terapie ma resta comunque in prognosi riservata. Il bambino era stato portato nel tardo pomeriggio di ieri, mercoledì 20 novembre, dai genitori al pronto soccorso dell'ospedale Santo Stefano a Prato. Secondo quanto spiega l'Asl Toscana centro le sue condizioni all'arrivo in ospedale a Prato erano discrete: il bambino accusava solo sintomi di febbre e vomito. Da una prima visita non presentava insomma segni evidenti che potessero indicare un sospetto di meningite. Poi però, dopo analisi più approfondite, la diagnosi di meningite è stata confermata.

Avviate le procedure di profilassi per i contatti più stretti – Il piccolo è stato trattato tempestivamente grazie alla collaborazione tra i pediatri dell’Ospedale Santo Stefano, il laboratorio di analisi di Prato e l’Azienda Ospedaliera Universitaria Meyer. Nella notte è stato trasferito al Meyer di Firenze, dove si trova tuttora ricoverato. L'Asl ha fatto sapere che al momento non è nota la situazione vaccinale del bambino che comunque non frequenterebbe alcun istituto d'infanzia. Sono state intanto avviate le procedure di profilassi per i contatti stretti e come da prassi anche per i piccoli pazienti e per gli operatori sanitari presenti in Obi e in pediatria all’ospedale di Prato.