Manca davvero pochissimo all'inizio della Maturità 2019: domani 500mila studenti italiani affronteranno la prima prova dell'Esame di Stato, e in rete impazzano le ipotesi sul tototema e sulle tracce possibili per la prima prova.

L'Esame di Stato non è soltanto un momento di conferma delle competenze e dei voti guadagnati nei cinque anni di istruzione secondaria: è anche e soprattutto un momento di passaggio e un evento che si ricorda per sempre. Abbandonare i banchi di scuola, salutare i vecchi amici e avventurarsi verso il mondo degli adulti non è facile, e non sempre ai maturandi tutti questi cambiamenti "suonano" bene. Vale per chi sosterrà la prima prova della Maturità 2019, ma anche per tutti i diplomandi che hanno affrontato questo momento negli anni precedenti, e che qualche volta avranno rimpianto i tempi del liceo.

Per affrontare al meglio il giorno prima dell'esame con tanta carica e un pizzico di nostalgia per i ricordi accumulati nei cinque anni delle superiori, ecco 5 canzoni scelte dalla redazione da ascoltare il giorno prima degli esami (quindi oggi). Prima, però, scopriamo qual è l'inno della Maturità 2019, cantato da Lorenzo Baglioni.

L'inno alla Maturità 2019 di Lorenzo Baglioni

Per la Maturità 2019 Lorenzo Baglioni, insegnante di matematica impegnato in produzioni musicali sempre a tema scolastico, e Studenti.it hanno realizzato un inno alla Maturità 2019: in questa canzone il docente e artista racconta le speranze, le paure e le ansie dei maturandi tra nozioni ed emozioni.

Dalla matematica alla letteratura, dalla storia alla filosofia, la canzone affronta le tematiche più temute dagli studenti all'Esame di Stato, ma al tempo stesso rappresenta la Maturità non solo come occasione sterile di dimostrazione delle competenze, ma come vero e proprio momento di passaggio dalla giovinezza all'età adulta.

Oggi pomeriggio alle 18 presso il Mondadori Store in Duomo a Milano verrà presentato il singolo insieme all'artista, alla redazione di Studenti.it e a moltissimi ospiti.

Maturità 2019: la compilation da ascoltare per prepararsi

Cinque grandi classici della musica per ripassare mentalmente le emozioni della Maturità 2019: la carica e la voglia di dimostrare ciò di cui si è capaci, ma anche l'ansia e il timore del futuro, la gioia di affrontare questo momento con gli amici di scuola, la nostalgia delle aule e, perchè no, anche dei professori.

Notte prima degli esami (A.Venditti)

Un classico intramontabile, da cantare a squarciagola con gli amici di classe più cari per dare il benvenuto alla Maturità 2019.

Composta nel 1984, la canzone di Antonello Venditti è un vero e proprio must per i maturandi di ogni epoca, e nasconde significati e riferimenti che appassioneranno i più curiosi.

We are the champions (The Queen)

Perfetta per un'iniezione di carica e adrenalina, la canzone dei Queen fin dal 1977 è la colonna sonora di vittorie, traguardi e rivincite.

È stata coverizzata moltissime volte, ma il consiglio è di ascoltare la versione originale, guardare Freddie Mercury esaltarsi sul palcoscenico e carburare al massimo per dare il meglio di sé all'Esame di Stato.

I will survive (Gloria Gaynor)

La Maturità sembra sempre uno scoglio impossibile da superare, un'epopea della quale non si vede la fine: in realtà questa sensazione esiste finché non si comincia, poi tutto si svolge così velocemente da terminare prima che possiamo accorgercene.

"I will survive" di Gloria Gaynor è perfetta da ascoltare il giorno prima della Maturità, quando tutto deve ancora iniziare e sembra che sia impossibile farcela: invece si sopravvive, e perché no, si sente anche la mancanza dell'Esame di Stato.

Uno su mille ce la fa (Gianni Morandi)

La vita come una marea e gli uomini come barche che si sforzano di tenere la rotta: la canzone di Gianni Morandi è un inno alla determinazione e al credere in se stessi, due elementi necessari per affrontare le prove della Maturità 2019 senza ansie, cercando il più possibile di stare calmi ed essere fiduciosi.

I migliori anni della nostra vita (Renato Zero)

Non è una tipica canzone da Esame di Stato, ma sicuramente quelli delle scuole superiori sono tra gli anni migliori della vita di una persona. Anni tumultuosi, ricchi di cambiamenti, ma tra i migliori di sempre. È per questo che, prima di entrare in aula, la canzone di Renato Zero è da ascoltare assolutamente: comunque vada, questi resteranno sempre i migliori anni della nostra vita.