Tragico epilogo per la scomparsa di Giovanni Montesano, l'universitario di cui si erano perse le tracce cinque giorni fa a Matera. Giovanni è stato trovato senza vita in una zona impervia dell'area del torrente gravina da un elicottero dei Vigili del Fuoco. Il cadavere era parzialmente immerso nell'acqua, sul fondo della profonda gravina della Madonna dell'Idris, a pochi metri dalla storica zona dei sassi. Alle operazioni di ricerca in corso da giorni hanno partecipato Polizia di Stato, Carabinieri e Vigili del Fuoco. Tantissimi anche i volontari che hanno battuto la zona in cerca di tracce del giovane. È ancora presto, al momento, per stabilire la causa della morte, ma non è improbabile che il ragazzo sia stato vittima di un incidente. Al contempo, non si esclude un gesto volontario.

Giovanni, 30 anni, studente, si era allontanato da casa cinque giorni fa portando con sé il suo cellulare. Non vendendolo rientrare i suoi familiari avevano immediatamente sporto denuncia di scomparsa, dando così il via alle ricerche. Per lui, era anche andato in onda un appello nella trasmissione televisiva Chi l'ha visto. Giovanni, stando a quanto raccontato da chi gli era vicino, conosceva molto bene quella zona ed era solito passeggiare da solo tra i sassi.