Torna il maltempo sull’Italia, con il dipartimento della Protezione Civile che ha diramato una allerta meteo arancione sulla Basilicata e gialla in altre sette regioni per la giornata di domani, martedì 17 novembre. Il sistema perturbato di origine atlantica che sta apportando precipitazioni su Emilia-Romagna, regioni centrali e Campania, nelle prossime ore raggiungerà le restanti regioni del Sud del versante tirrenico e la Sicilia, per poi insistere domani su gran parte del meridione, con piogge e rovesci residui anche sul versante adriatico del Centro.

Maltempo, allerta meteo martedì: l’elenco delle regioni a rischio

Sulla base delle previsioni meteo disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello precedente. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento. È stata valutata per oggi e domani, martedì 17 novembre, allerta arancione per rischio idrogeologico su parte della Basilicata. Allerta gialla domani su alcuni bacini di Abruzzo, Campania e Molise, sui restanti settori della Basilicata e sull’intero territorio di Puglia, Calabria e Sicilia.

Maltempo con temporali e forte vento

L’avviso prevede dalla sera di lunedì 16 novembre precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Calabria tirrenica settentrionale in estensione, dalle prime ore di domani martedì 17 novembre, al resto della Calabria e alla Puglia, specie settore meridionale. Ancora maltempo domani sulla Basilicata, specie sul versante tirrenico. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, locale attività elettrica e forti raffiche di venti. Dalle prime ore di domani si prevedono anche venti da forti a burrasca dai quadranti settentrionali su Appennino romagnolo, Umbria e Lazio Centro-Settentrionale, con raffiche fino a burrasca forte sui crinali appenninici e nelle zone vallive più esposte a Nord.