55 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Omicidio di Pierina Paganelli a Rimini

L’avvocato dei figli di Pierina Paganelli: “Svolta ci rincuora, stop a ipotesi fantasiose sull’omicidio”

L’avvocato Monica Lunedei, che rappresenta i figli di Pierina Paganelli, a Fanpage.it: “Louis indagato? Rincuorati da questo passo in avanti. È coerente e in linea con la pista investigativa che stava seguendo la Procura. Non sono state prese in considerazione altre ipotesi fantasiose”.
A cura di Ida Artiaco
55 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

"Prendiamo atto di questo avanzamento delle indagini, che è coerente e in linea con la pista investigativa che stava seguendo la Procura, quindi non sono state prese in considerazione le ipotesi fantasiose che avevamo sentito ultimamente sui 500 Dna dei condomini di via del Ciclamino come richiesto dai consulenti dei sospettati".

A parlare a Fanpage.it è Monica Lunedei, avvocato che rappresenta Giuliano, Giacomo e Chiara Saponi, i figli di Pierina Paganelli, la donna uccisa con 29 coltellate lo scorso 3 ottobre nel garage del comprensorio di via del Ciclamino a Rimini, dove viveva. La legale ha commentato la notizia arrivata ieri dell'iscrizione nel registro degli indagati a 8 mesi dal delitto di Louis Dassilva, 34enne senegalese e vicino di casa dell'anziana.

Il riferimento è alla richiesta dei consulenti legali di Manuela Bianchi e del fratello Loris, su cui si erano inizialmente concentrati i sospetti degli inquirenti insieme a Louis e alla moglie Valeria, di effettuare un test di massa del Dna a tutti i residenti in via del Ciclamino per cercare quello che avevano definito il quinto uomo. "Abbiamo avuto riscontro perfettamente solido rispetto all'attività che sapevamo in corso – ha precisato Lunedei -. Ora aspettiamo di conoscere gli esiti degli accertamenti irripetibili che che si svolgeranno l'11 giugno ad Ancona e il 12 a Roma presso la scientifica", ha aggiunto l'avvocato.

La quale ha ricordato che "avere un indagato è un passaggio tecnico, non equivale ad avere un condannato. Non conosciamo gli elementi che hanno portato a questa iscrizione, attendiamo la conclusione delle analisi, ma siamo rincuorati da questo passo in avanti. Ci sono campioni e reperti recuperati sul cadavere e andranno incrociate le stringhe di Dna e le tracce biologiche per vedere se c'è una connessione. Non è detto che il risultato di questi accertamenti sia un elemento determinante perché la Procura potrebbe anche disporre già di un quadro di indizi e prove sufficienti".

Intanto, sulla vicenda è intervenuta anche Valeria Bartolucci, moglie di Louis, che ai microfoni di Mattino 5 ha ribadito quanto più volte affermato nei mesi scorsi: "Mio marito è estraneo alla vicenda, sono tranquilla. Sono state più chiacchiere che altro".

55 CONDIVISIONI
77 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views