167 CONDIVISIONI
Covid 19
18 Dicembre 2021
18:29

L’allarme dell’Iss: “In aumento i ricoveri per Covid tra i bimbi con meno di 3 anni”

Il 51% dei casi in età scolare è stato diagnosticato nella fascia d’età 6-11 anni. Lo rileva il Report esteso dell’Istituto superiore di sanità, che integra il monitoraggio settimanale sul Covid.
A cura di Biagio Chiariello
167 CONDIVISIONI
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Aumentano i ricoveri per Covid tra i bambini con meno di 3 anni. Lo rileva il Report esteso dell‘Istituto superiore di sanità, che integra il monitoraggio settimanale sul pandamia. "Si osserva, nelle ultime settimane – si legge nel report – un aumento del tasso di ospedalizzazione nella fascia con meno 3 anni (poco sopra i 4 ricoveri per 100.000 abitanti), mentre nelle altre fasce di età risulta stabile".

Nell'ultima settimana, si sottolinea nel Rapporto, "si conferma l'andamento osservato nella precedente settimana, con il 28% dei casi totali diagnosticati nella popolazione di età scolare (<20 anni). Il 51% dei casi in età scolare è stato diagnosticato nella fascia d'età 6-11 anni, il 33% nella fascia 12-19 anni e solo il 10% e il 6% sono stati diagnosticati, rispettivamente tra i 3 e i 5 anni e sotto i 3 anni".

 Sale anche l'incidenza di casi Covid nelle fasce di età 0-9 anni e 10-19 anni. Nell'ultima settimana, evidenzia l'Iss l'incidenza ha raggiunto i 317 casi per 100mila per la fascia 0-9 anni (contro i 275 casi della scorsa settimana). Nella fascia 10-19 anni l'incidenza è salita invece a 296 casi. Nelle fasce di età 30-39 e 40-49 anni l'incidenza sale a valori compresi tra 200 e 250 casi per 100.000 abitanti e solo nelle fasce di età sopra 80 anni nell'ultima settimana l'incidenza rimane compresa tra i 50 e i 100 casi per 100.000.

L'efficacia del vaccino contro la malattia severa Covid-19 nei vaccinati da meno di 5 mesi, ovvero 150 giorni, "è al 92,7%, e cala a 82,6% nei vaccinati da più di 150 giorni" si legge ancora nel report. Inoltre, "l'efficacia nel prevenire diagnosi e malattia severa sale al 75,5% e al 93,4% nei vaccinati con dose aggiuntiva".

E l'Iss fa sapere che sono saliti a 84 i casi di variante Omicron del coronavirus in Italia. Il dato è "in forte crescita". La maggior parte delle segnalazioni è arrivata da Lombardia (33) e Campania (20), mentre in generale la variante è segnalata in 13 Regioni (8 nel Lazio, 7 in Puglia, 5 in Veneto, 2 in Piemonte ed Emilia Romagna, una in Abruzzo, Calabria, Liguria, Sardegna, Sicilia, Toscana e 1 a Bolzano.

167 CONDIVISIONI
31006 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni