Un omaggio anche sul campo da calcio. Su quello di Lecce, allo stadio Via del Mare. Così Lecce e Inter hanno deciso di ricordare Giovanni Custodero, il giovane calciatore ‘guerriero’, indossando in sua memoria la maglietta con l’Elmo di Leonida, lo stesso che Custodero aveva utilizzato per raccogliere fondi da destinare ai ragazzi che lottano contro la stessa malattia che l’ha ucciso. Per la ventesima giornata di Serie A nel riscaldamento Lecce e Inter hanno indossato quindi la maglietta per rendere omaggio a Custodero, scomparso lo scorso 12 gennaio. Custodero è morto a 27 anni a causa del sarcoma osseo contro cui ha combattuto negli ultimi anni della sua vita. Nei giorni prima della morte aveva deciso di farsi sedare per alleviare il suo malessere.

Prima della partita le due squadre sono scese sul terreno del Via del Mare per il riscaldamento con indosso la maglia in ricordo di Custodero. Ex portiere di calcio a 5 con la maglia del Fasano, era stato colpito da una rara forma di sarcoma osseo, diagnosticato nel 2016. Ha amputato la gamba sinistra fino sotto il ginocchio e ha provato a resistere, finché la malattia gliel’ha permesso.

A ricordare Custodero è anche la stessa squadra del Lecce attraverso un tweet, in cui vengono pubblicate le foto del riscaldamento delle due squadre con la maglia che lo omaggia: “Giovanni Custodero con noi in campo. I calciatori di Lecce e Inter nel riscaldamento con la sua maglia ‘il sorriso del guerriero’ per sempre con noi”. Nel giorno della sua scomparsa, il Lecce aveva già voluto ricordare Custodero con un messaggio sui suoi canali social: "Ciao Giovanni il tuo sorriso e la tua forza resteranno per sempre il nostro pensiero va anche alla fidanzata e alla famiglia… queste le parole del tecnico Liverani a nome di tutto il popolo giallorosso per ricordare il guerriero".