108 CONDIVISIONI
Adamo Guerra ritrovato in Grecia dopo dieci anni

La storia di Adamo Guerra, dal finto suicidio al ritrovamento in Grecia: cosa sappiamo finora

La storia di Adamo Guerra, il 55enne di Imola scomparso 10 anni fa e ritrovato vivo in Grecia, a Patrasso, come confermato dalla trasmissione Chi l’ha visto?: dal finto suicidio alle lettere inviate ai genitori e alla ex moglie Raffaella Borghi fino al “passo falso” della richiesta all’Aire. È infine tornato in Italia per “confermare” il divorzio dalla moglie.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Ida Artiaco
108 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Adamo Guerra ritrovato in Grecia dopo dieci anni

È tornato in Italia Adamo Guerra, rappresentante di articoli casalinghi di Imola, scomparso nel 2013 dopo aver lasciato alcune lettere indirizzate ai genitori e alla ex moglie Raffaella Borghi in cui annunciava di "volerla fare finita". Tutti lo credevano morto, anche la Procura di Bologna che ha archiviato il suo caso, ma poi è arrivata la svolta: è vivo e si trova in Grecia.

La storia di Adamo è stata raccontata mercoledì 20 settembre nel corso della puntata di Chi l'ha visto?, la trasmissione di Rai 3 condotta da Federica Sciarelli, che ha confermato che l'uomo è vivo e risiede a Patrasso, dove è stato raggiunto dall'inviato Francesco Paolo Del Re. Presente in studio anche l'ex moglie Raffaella, nonché madre delle sue due figlie, che ha dichiarato: "Vi ringrazio perché senza di voi non avrei avuto questa conferma. Per me non è un uomo e non è un padre".

Ma non sono mancate le polemiche dopo che l'Ansa ha pubblicato una indiscrezione secondo cui la moglie, residente a Lugo, in provincia di Ravenna, sapeva che il marito si trovava in Grecia già a settembre 2016, quando presentò una denuncia ai carabinieri di Imola, per accusare l'ex di violazione degli obblighi familiari, in relazione al mantenimento delle due figlie. Tuttavia, all'agosto del 2021, il Consolato italiano ad Atene, sollecitato dalle stessa Raffaella, ha ribadito che di Adamo non c'era nessuna traccia.

Chi è Adamo Guerra, l'uomo che ha simulato il suicidio

Adamo Guerra, oggi 55 anni, è un rappresentate di articoli casalinghi di Imola. È stato sposato con la moglie Raffaella Borghi per circa 15 anni prima di separarsi. Da quella relazione sono nate due bambine. All'inizio di luglio del 2013, l'uomo, scomparve misteriosamente nel nulla dopo aver trascorso tre giorni proprio insieme alle sue figlie, che aveva accompagnato ad una gara di pattinaggio artistico.

La lettera e il finto suicidio 10 anni fa

Immagine

Quattro giorni dopo, il 13 luglio del 2013, Raffaella ricevette una telefonata dai carabinieri, che le comunicarono che l'ex marito aveva lasciato sul tavolo della cucina di casa delle lettere, indirizzate a lei e ai genitori, in cui annunciava di "volerla fare finita" a causa di un debito pericoloso che aveva contratto.

"Ciao mamma e papà, non avrei mai voluto farvi del male, ma purtroppo è andata sempre male e adesso è arrivato il momento di farla finita. Cercherò di fare bene almeno quest'ultimo passo, per risparmiarvi almeno il dolore del funerale. Mi raccomando solo una cosa, la più importante: date una mano a Raffaella e alle bambine. Io non ci sono riuscito fino in fondo e restano ancora alcuni anni difficili", si legge nelle missiva indirizzata alla mamma e al padre.

Le indagini e le diverse segnalazioni in Grecia

Subito dopo la sparizione dell'uomo cominciarono le ricerche. Le forze dell'ordine trovarono l'auto di Guerra nei pressi del Porto di Ancona. Sempre gli inquirenti scoprirono che proprio dal porto di Ancona Adamo si era imbarcato su un traghetto con un biglietto di sola andata per Patrasso. "Credevo si fosse gettato giù", ha detto ai microfoni di Chi l'ha visto? Raffaella. Di Adamo non ci fu più alcuna traccia e nel 2015 la Procura di Bologna archiviò il caso.

Il consolato Greco aveva smentito la sua presenza nel paese

Secondo un'indiscrezione pubblicata dall'Ansa, Raffaella avrebbe saputo almeno dal 2016 che Adamo si trovava in Grecia e non era morto.

Secondo l'agenzia di stampa, la donna residente a Lugo (Ravenna) a settembre 2016 presentò una denuncia ai carabinieri di Imola per accusare Guerra di "violazione degli obblighi familiari, in relazione al mantenimento della due figlie". Borghi aveva, infatti, bisogno di maggiori risorse dal momento che una delle figlie sarebbe andata di lì a poco all’università. Il che ha dato vita ad una serie di polemiche.

In seguito, è stata sempre la Borghi, tramite i canali social di Chi l'ha visto?, a ribadire che del marito non sapeva nulla e che non vi era traccia in Grecia, facendo pubblicare un documento ricevuto dalla cancelleria del Consolato italiano ad Atene che affermava che, al 9 agosto 2021, del signor Adamo Guerra "non abbiamo tracce, a seguito di verifiche fatte sui nostri database".

Come è stato trovato Adamo Guerra dopo 10 anni

Secondo quanto ha raccontato la moglie, dopo anni dalla scomparsa, la svolta è arrivata lo scorso anno, quando ha provato a chiedere il divorzio. Ma la pratica non andava avanti e in maniera quasi causale ha fatto una scoperta che l'ha lasciata a bocca aperta. "L'avvocato mi ha chiamato dicendomi che mio marito non era uno scomparso, ma è vivo, ha fatto richiesta a febbraio 2022 all'Aire di essere un cittadino italiano residente in Grecia". Sarebbe stato questo, dunque, il passo falso compiuto da Adamo: la richiesta di iscrizione all'Aire.

L'incontro tra Adamo Guerra e il giornalista di Chi l'ha visto

Raffaella avrebbe avuto conferma che l'ex marito era vivo grazie a Chi l'ha visto? che ha raggiunto l'uomo in Grecia. A Francesco Paolo Del Re, giornalista della trasmissione Rai che gli si è parato di fronte mentre era in un ufficio a Patrasso, Adamo ha detto: "Sì, sono io, Adamo". Poi, quando ha capito di avere davanti un cronista, ha troncato: "Facciamo che non mi avete mai trovato e la cosa finisce qui". Eppure a Lugo molti dicono che da anni si sapeva che Guerra era ancora vivo.

Le reazioni della famiglia dopo aver scoperto la verità

Il giorno dopo la messa in onda della puntata di Chi l'ha visto? in cui era stata ospite per raccontare tutta la vicenda, Raffaella a Fanpage.it ha dichiarato: "Sto rientrando adesso, ma penso sia chiara la situazione, che è molto pesante. È stato detto tutto ieri sera. Devo ancora metabolizzare quello che è successo. Al momento non ho intenzione di contattarlo, aspettiamo che la giustizia faccia il suo corso e vedremo come andrà".

La madre dell'uomo ha dichiarato ai giornalisti di essere contenta per il figlio, ma non ha voluto rilasciare ulteriori dichiarazioni sulle voci che girano in Paese dopo la messa in onda della puntata di Chi l'ha visto? da Patrasso. "Parlate con la moglie – ha affermato la donna al citofono – ha fatto tutto lei".

Le accuse a carico di Adamo Guerra: per cosa sarà processato

Cosa succede ora ad Adamo Guerra? Il caso sta per approdare in un processo davanti al Tribunale penale di Ravenna. Il 57enne dovrà rispondere di violazione degli obblighi di assistenza familiare, per avere abbandonato il domicilio domestico, sottraendosi ai doveri inerenti la responsabilità genitoriale e alla qualità di coniuge, facendo mancare i mezzi alla moglie Raffaella Borghi e alle due figlie.

La citazione a giudizio della Procura ravennate è la conseguenza del fascicolo nato dalla querela che Borghi fece a settembre 2016 ai carabinieri di Imola (Bologna).

Per aver invece inscenato la sua morte ci sarebbero altri tipi di responsabilità per il signor Adamo: "Chi inscena il proprio suicidio non è esente da responsabilità penale. Come anche chiarito dalla Corte di Cassazione nel 2018, chi fa finta di suicidarsi integra il reato di procurato allarme all’autorità per il quale l’art. 658 del codice penale prevede l’arresto fino a sei mesi", ha spiegato a Fanpage.it Valerio de Gioia, Giudice penale presso il Tribunale di Roma.

Adamo Guerra torna in Italia per divorziare dalla moglie

Adamo Guerra è infine tornato in Italia dopo 10 anni martedì 10 ottobre 2023 quando è comparso davanti ai giudici Tribunale di Ravenna per la prima udienza di divorzio presentata dalla moglie, Raffaella Borghi. Guerra è arrivato in tribunale da solo, senza avvocato e con un trolley. Ha confermato la sua identità e ha spiegato di non volersi opporsi a Borghi.

Il giudice ha rinviato tutto al 12 dicembre quando il procedimento dovrebbe chiudersi sancendo la separazione tra Guerra e la moglie, come spiegato da legale della donna Davide Sartoni.

108 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views