Mentre a Verona domenica si chiudeva il controverso Congresso mondiale delle Famiglie, in un’altra zona d’Italia di famiglia ne nasceva una nuova. È la famiglia di Rosa Maria Mogavero e Lorella Cipro, entrambe in servizio nella Marina Militare italiana. Le due donne hanno coronato il loro sogno d’amore e si sono unite civilmente a La Spezia, dove sono di stanza. Rosa Maria e Lorella hanno detto “sì” nel Centro arte moderna e contemporanea e lo hanno fatto senza abiti bianchi né damigelle, ma elegantissime in alta uniforme. Hanno detto sì indossando la divisa che entrambe amano circondate dalle persone più care, quelle con cui condividono le loro giornate. Una loro fotografia è stata pubblicata dalla pagina Facebook “I sentinelli di Milano” diventando ben presto virale. Come da tradizione, le spose hanno attraversato felici tra petali di rose e riso un corridoio di spade formati dai colleghi in uniforme come loro. “Rosa Maria e Lorella. Marina militare italiana. Unite civilmente”, la semplice didascalia che accompagna la foto, per il momento condivisa da più di 1400 utenti.

"Quando si festeggia l'amore è tutto naturale" – Ma sono tanti i commenti e le foto apparse in rete delle due spose sorridenti dopo l’unione civile. “Si amano e hanno coronato il loro sogno”, ha scritto Marco Furfaro sempre su Facebook. “E lo hanno fatto così, in alta uniforme, come se fosse scontato, semplice, naturale. E lo era davvero, perché quando si festeggia insieme l'amore, con amici e parenti, tutto diviene naturale”, le parole che accompagnano lo scatto di Rosa Maria e Lorella. Quella di  Rosa Maria Mogavero e Lorella Cipro non è la prima unione civile nella Marina Militare: prima di loro avevano detto “sì” nel 2016, a Piombino, Antonio Cuturi – sottotenente di vascello della Marina – e Umberto Granata. In quel caso partecipò alla cerimonia anche la senatrice Monica Cirinnà, relatrice della legge sulle unioni civili.

Marinaie spose, su Facebook gli auguri della ministra Trenta

"Volevo rivolgere i miei più sinceri auguri a Lorella e Rosy – ho saputo che i vostri amici vi chiamano così – i nostri due marinai che il 31 marzo hanno celebrato la loro unione", il commento del ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, affidato a Facebook dopo l'unione civile celebrata a La Spezia. "Sono stata davvero felice di vedere le immagini del vostro giorno più bello, con le famiglie riunite e tanta gioia nei vostri sguardi", così il ministro, postando una foto della cerimonia, con le due donne sorridenti e il tradizionale arco di spade fatto dai colleghi. "Lorella e Rosy – conclude Elisabetta Trenta – sono l'esempio di una importante evoluzione culturale, nelle Forze Armate e nel nostro Paese. Auguri ragazze!".