Brutta giornata oggi per alcuni bambini che sono rimasti lievemente intossicati nel pomeriggio all'interno della scuola elementare “Carlo Ignazio Giulio” di San Giorgio Canavese, in provincia di Torino. Per almeno nove dei giovani alunni è stato richiesto l'intervento del 118. Da quanto si apprende, i bambini avrebbero accusato dei malori per una fuga di monossido di carbonio probabilmente provocata da un malfunzionamento degli scarichi dell'impianto termico. L’incidente è accaduto nel primo pomeriggio nella palestra dell’istituto, un locale non distante da quello in cui si trova la caldaia. In totale nella palestra erano presenti una ventina di bambini, nove dei quali hanno accusato i primi sintomi di una intossicazione e sono stati portati in ospedale. Nel resto della scuola c’erano un centinaio di alunni: tutti hanno lasciato in fretta le loro aule dopo l’incidente. Anche una maestra si è sentita male.

Il sindaco ha disposto la chiusura della scuola – Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Ivrea e del nucleo Nbcr di Torino e hanno avviato accertamenti i Carabinieri di San Giorgio Canavese. I bambini intossicati, soccorsi dalle numerose ambulanze accorse davanti alla scuola, sono stati trasportati in codice verde negli ospedali di Chivasso, Ciriè e Ivrea. Il più grave, un codice giallo, è stato portato all'ospedale di Ivrea. Il sindaco di San Giorgio Canavese, Andrea Zanusso, ha disposto la chiusura della scuola fino a quando non saranno accertati i motivi della fuga di monossido: “Una cosa grave – è quanto ha detto ad Askanews il sindaco – anche se gli esiti per fortuna non sono gravi. C’è la presunzione del rilascio di monossido di carbonio nella palestra, ma dobbiamo attendere il responso dei tecnici”. La procura di Ivrea ha aperto un'inchiesta per fare luce sull'accaduto.