Il presidente regionale dell'Associazione Libera Caccia della Calabria, Pasquale Paradiso, è morto in seguito a un incidente verificatosi durante una battuta di caccia alla quale stava partecipando insieme a degli amici con la stessa passione. L'uomo di 80 anni si trovava con un amico in aperta campagna, nel comune di Paterno Calabro, in provincia di Cosenza. Durante l'attività all'aria aperta con il collega, è scivolato improvvisamente, facendo così partire un colpo dall'arma che aveva in mano. Il fucile che Paradiso imbracciava è caduto e la pallottola ha colpito l'anziano, rivelandosi per lui fatale. L'amico che era con lui in quel momento, ha allertato i soccorsi.

Il presidente dell'Associazione Libera Caccia della Calabria, però, ha riportato ferite gravissime. Per lui non c'è stato nulla da fare in seguito al terribile colpo alla testa. Attualmente sono in corso le indagini utili a ricostruire con maggiori dettagli la dinamica del tragico incidente. Secondo quanto appreso, il tutto si sarebbe verificato in località Fiumare a Paterno Calabro, al confine con il territorio del Comune di Mangone.

"Ciao Pasquale, una notizia che non avremmo mai voluto ricevere ha sconvolto in maniera tragica la vita della grande famiglia della Libera Caccia calabrese e nazionale – ha commentato l'Associazione Nazionale per la libera caccia – Pasquale Paradiso ci ha lasciato, al termine di una serena mattinata trascorsa in compagnia dei suoi adorati cani, stroncato da un terribile incidente venatorio che non gli ha lasciato scampo". Sotto shock anche la famiglia e gli amici di Paradiso, in particolare l'amico che lo aveva accompagnato alla battuta di caccia che aveva cercato di soccorrerlo senza però poter far niente per l'80enne, già gravemente ferito alla testa dallo sparo esploso. Nonostante i tentativi del personale medico, a nulla sono valse le manovre disperate per aiutarlo. L'uomo è quindi deceduto poco dopo.