Una improvvisa frenata di un tir che precedeva la loro auto e che è passato da una velocità di oltre 90 chilometri orari a soli 7, per questo motivo sarebbero morte le due cuginette pattinatrici di Torino: Gioia Virginia Casciani di 9 anni e Gineva Barra Bajetto di 17, decedute in un drammatico incidente stradale avvenuto il 27 ottobre scorso lungo l'Autostrada del Brennero, nei pressi del casello di Trento sud, nel territorio del comune di Mattarello. È quanto emerge dalle indagini condotte dalla Procura di Trento che ha aperto un fascicolo per omicidio stradale plurimo nel quale risultano indagati i conducenti dell'autovettura su cui viaggiavano le ragazzine e del mezzo pesante.

Secondo gli accertamenti e i rilievi sul luogo della tragedia effettuati dalla Polizia stradale, infatti, è emerso che il tir ha fatto una brusca frenata mentre la station wagon che lo seguiva non ha fatto in tempo a fermarsi e si è schiantata contro il mezzo rimanendo incastrata. La relazione della Polstrada conferma che la conducente non si è accorta per tempo del brusco rallentamento del camion e lo ha tamponato, mentre le indagini hanno i escluso guasti o problemi tecnici ai due mezzi coinvolti.

Il conducente del tir, ascoltato dagli inquirenti, ha ammesso di aver frenato all'improvviso precisando di averlo fatto per evitare un mezzo che gli aveva tagliato la strada. Poi subito dopo ha sentito il botto provenire da dietro il mezzo. Ricostruzione ovviamente tutta da verificare ancora anche con le testimonianze delle madri delle due vittime, rimaste ferite ma in via di recupero.  La dona la volante, Monica Lorenzatti è stata dimessa dall'ospedale nei giorni scorsi, mentre la sorella gemella Graziella è ancora ricoverata.