Un imprenditore di Gulf Breeze, piccolo centro della Florida, ha pagato le bollette a 114 famiglie in difficoltà che rischiavano di vedersi staccare le utenze per morosità. Questa storia la racconta la Cnn che ha intervistato Michael Esmond, 74 anni, titolare di un'azienda che realizza piscine e centri benessere. Prima della svolta, Esmond ha avuto gli stessi problemi economici: negli anni '80 non aveva abbastanza denaro per pagare le bollette e crescere le sue tre figlie. Una volta, racconta, si trovò senza riscaldamento in pieno inverno perché la fornitura era stata staccata. Durante quell'inverno il clima in Florida fu molto freddo.

"Capisco i problemi di chi oggi non ce la fa. Ci sono passato anche io" racconta l'imprenditore. La sua storia personale lo dimostra: lo scorso anno ha donato 4.600 dollari per pagare le utenze delle famiglie più sfortunate. Quest'anno non è stato da meno e di dollari ne ha sborsati 7.615 per aiutare 114 famiglie in difficoltà. Per molte di loro la cifra da pagare era tutto sommato modesta. "Mi ha molto colpito questo dettaglio – spiega Esmond – e mi fa male che le cose siano così difficili per tante persone che non riescono a pagare una bolletta di 100 dollari. A Gulf Breeze la crisi causata dal Covid e i danni dell'uragano Sally hanno colpito molto duramente l'economia del territorio. Gli affari di Esmond non hanno risentito della crisi e l'imprenditore ha deciso di sdebitarsi così. "C'è chi non riesce a pagare le bollette e mettere il cibo in tavola. Voglio solo fare la mia parte. Spero che questo gesto li faccia sentire meglio almeno durante il periodo natalizio"