189 CONDIVISIONI
Covid 19
8 Giugno 2022
20:22

Il Tar conferma: la mascherina a scuola sarà obbligatoria fino al 31 agosto

Il Tar del Lazio conferma che la mascherina sarà obbligatoria a scuola fino alla fine dell’anno scolastico, compresi gli esami di maturità e di terza media.
A cura di Giacomo Andreoli
189 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Il Tar del Lazio conferma che la mascherina sarà obbligatoria a scuola fino alla fine dell'anno scolastico, compresi gli esami di maturità e di terza media. Per chi frequenterà anche ad agosto gli spazi scolastici l'obbligo vale poi fino alla fine di quel mese. L'organo amministrativo ha infatti respinto il ricorso presentato dal Codacons, il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori.

Secondo i giudici "l’utilizzo delle mascherine per gli studenti continua a essere obbligatorio per i medesimi fino alla fine dell’anno scolastico 2022, ossia al 31 agosto 2022. L’anno scolastico ricomincia formalmente il 1° settembre" e quindi "prima dello svolgimento e conclusione degli esami non può certamente essere decretata la fine del relativo anno scolastico".

Il Codacons contesta la decisione parlando di una sentenza "errata e gravissima". Secondo l'associazione dei consumatori ora gli studenti dovranno affrontare gli esami con disagi e fastidi legati alla mascherina, visto anche il caldo raggiunto. Duro, poi, il commento di Salvini, dopo il lungo braccio di ferro nella maggioranza sul tema. "Noi – dice il leader della Lega- stiamo battagliando con il ministro Speranza perché i ragazzi e gli insegnanti possano andare in classe senza la mascherina ai prossimi esami di maturità con 40 gradi all’ombra".

Il Carroccio ha annunciato due giorni fa di promuovere un altro ricorso ad uno dei tribunali amministrativi contro la mascherina a scuola per gli esami. Improbabile, però, un giudizio diverso dopo questa sentenza.

Il ministro dell'istruzione Patrizio Bianchi spiega a Fanpage.it che "sono le autorità sanitarie a dirci che dobbiamo arrivare a fine anno". Quindi invita gli studenti a viverla "non come un'imposizione, ma come atto di rispetto reciproco. Non facciamo e costruiamo cose che non esistono".

189 CONDIVISIONI
31605 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni