1.974 CONDIVISIONI
Covid 19
8 Aprile 2020
18:09

Il bollettino dell’8 aprile sul Coronavirus: 139.422 contagiati di cui 26.491 guariti e 17.669 morti

I dati aggiornati della Protezione civile sui contagi da Coronavirus in Italia di mercoledì 8 aprile. Stando a quanto reso noto da Angelo Borrelli, il numero degli infetti al Covid-19 è salito a 139.422, di cui 26.491 guariti (+ 2.099 rispetto a ieri) e 17.669 decessi (+542 rispetto a ieri). Calano ancora i ricoverati in terapia intensiva.
A cura di Biagio Chiariello
1.974 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

In Italia i contagi da Coronavirus sono 139.422 (+3.886 rispetto a ieri), di cui 26.491 guariti (+2.099 rispetto a ieri ) e 17.669 decessi (+542 rispetto a ieri). Sono questi i numeri aggiornati dell'emergenza Covid-19 nel nostro Paese ad oggi, mercoledì 8 aprile. Il bilancio è stato comunicato come sempre dal capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, nel corso del consueto punto stampa delle 18. Dei casi positivi accertati, 63.084 sono in isolamento domiciliare, 28.485 sono ospedalizzati con sintomi e 3.693 sono ricoverati in terapia intensiva (99 in meno rispetto a ieri). La buona notizia riguarda proprio i pazienti trasferiti in questo reparto, il cui numero diminuisce per il quarto giorno consecutivo. La regione più colpita dall'infezione resta ancora la Lombardia, seguita da Emilia Romagna e Piemonte, quindi Veneto, Toscana, Marche e Liguria.

In totale i casi in Italia sono 139.422, così suddivisi come emerge dalla tabella fornita dalla Protezione Civile:

Andiamo a vedere quali sono i dati Regione per Regione:

Lombardia: 53.414
Emilia Romagna: 18.234
Piemonte: 13.883
Veneto: 12.410
Toscana: 6.379
Marche: 4.589
Liguria: 4.906
Lazio: 4.266
Campania: 3.268
Puglia: 2.634
Trento: 2.602
Friuli VG: 2.218
Sicilia: 2.159
Abruzzo: 1.859
Bolzano: 1.835
Umbria: 1.289
Sardegna: 975
Calabria: 859
Valle D'Aosta: 850
Basilicata: 297
Molise: 226

1.974 CONDIVISIONI
31872 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni