I figli e la moglie di Federico Daricou, instancabile guida alpina del Cervino morta a 38 anni durante una scalata al Gran Combin di Valsorey, non potranno mai più riabbracciare il loro caro ma sanno di poter contare sulla straordinaria generosità dei suoi colleghi, che alcuni giorni fa hanno deciso di lanciare un'iniziativa di solidarietà per raccogliere fondi e sostenere la famiglia e garantire un futuro ai due figli di Federico, di 5 e 3 anni. "Nonostante il dolore e la grave perdita, la vita procede e la cosa più importante ora è stringerci attorno alla famiglia del nostro amico Federico", spiegano nell'appello.

Federico Daricou è morto insieme al suo cliente Nicolò Morano il dieci agosto. I due stavano salendo al Gran Combin di Valsorey quando sono stati travolti da una scarica di sassi. A chiedere l'intervento dei soccorritori era stata proprio la guida alpina: all'arrivo degli uomini del soccorso alpino era però ormai troppo tardi per entrambi. I funerali di Daricou sono stati celebrati mercoledì nella chiesa di Chatillon: alla cerimonia erano presenti familiari, amici e centinaia di colleghi. "Se n'è andato uno di noi", ripetevano tra le lacrime. A pochi giorni dall'ultimo saluto hanno però deciso di fare qualcosa di concreto per la moglie e i figli, istituendo "un fondo per contribuire agli studi e sostenere la famiglia di Federico che ha lasciato moglie e due bimbi piccoli di 3 e di 5 anni". I promotori spiegano anche come si può contribuire: o presentandosi alla sede dell'ufficio guido del Cervino o con un bonifico intestato a Club Amici del Cervino, specificandone la causale.