Non si ferma la gara di solidarietà per il piccolo Giovannino, il bimbo di 4 mesi affetto da Ittiosi Arlecchino non riconosciuto dai genitori e tuttora ricoverato all’ospedale Sant’Anna di Torino. Nelle ultime ore è stato lanciato un conto corrente da parte del comune all'ombra della Mole che sta già facendo il pieno di donazioni. Al momento, infatti, l'unico modo per aiutare il bambino, colpito dalla malattia rarissima che ha un'incidenza di un neonato su un milione, è con un bonifico, che può essere effettuato sul conto della Città di Torino con IBAN IT69L0200801033000104431330 e con la causale "Per Giovannino".

Il bambino, nel frattempo, è ancora ricoverato all'ospedale Sant'Anna, dove continua le terapie nel reparto di terapia intensiva neonatale. I medici che lo hanno in cura lo definiscono un bimbo sveglio. Con loro resterà fino a quando Comune e tribunale dei Minori non decideranno diversamente. Due sono le possibilità per Giovannino: è possibile che venga affidato ad una famiglia tra le tante che ne hanno fatto richiesta, impresa però molto ardua dal momento che il piccolo necessita di particolari cure e attenzioni, oppure che venga assegnato alla Piccola casa della Divina Provvidenza del Cottolengo che giorni fa aveva indirizzato proprio al bimbo una lettera firmata dal padre generale Carmine Arice che si era offerto di accoglierlo anche in via temporanea in attesa che si trovino una mamma e un papà disposti a prendersi cura di lui.