1.134 CONDIVISIONI
24 Luglio 2017
22:14

Firenze, mamma usa benzina per uccidere i pidocchi della figlia. Entrambe gravemente ustionate

Sia la donna che la bambina hanno riportato ustioni di secondo e terzo grado che ne hanno richiesto il ricovero in ospedale. Entrambe sono in prognosi riservata.
A cura di D. F.
1.134 CONDIVISIONI

Una bimba di 12 anni e sua madre sono ricoverate con gravi ustioni per il tentativo di eliminare i pidocchi dalla testa della piccola utilizzando benzina o altro materiale infiammabile. La bambina è ricoverata all'ospedale pediatrico Meyer di Firenze con ustioni di secondo e di terzo grado alla testa, la mamma al centro grandi ustionati di Pisa con bruciature agli arti e al volto. Entrambe sono in prognosi riservata e le loro condizioni sarebbero critiche.

È successo alcuni giorni fa a Firenze ma è emerso solo oggi. La donna – secondo una prima ricostruzione – avrebbe ricevuto il suggerimento dell'utilizzo della benzina per eliminare i parassiti dai capelli da un'altra persone. Poi, non appena ha avuto modo di "sperimentare" il metodo, ha imposto alla figlia l'assurdo trattamento praticandole un impacco di liquido infiammabile. Non è chiaro se anche lei si sia sottoposta allo stesso trattamento. La vicinanza di una fiamma avrebbe dato poi fuoco al preparato ferendo mamma e figlia e costringendo entrambe alle cure urgenti dei medici. Il rischio, comunque, è che sia la mamma che la figlia rimangano sfigurate a vita.

1.134 CONDIVISIONI
Drammatico schianto in strada, Federica muore nell'auto guidata dalla figlia gravemente ferita
Drammatico schianto in strada, Federica muore nell'auto guidata dalla figlia gravemente ferita
Tenta di uccidere il figlio disabile a martellate, poi si suicida: la tragedia familiare a Modena
Tenta di uccidere il figlio disabile a martellate, poi si suicida: la tragedia familiare a Modena
Esplosione Lucca, morta la 26enne incinta rimasta ustionata: il figlio era stato fatto nascere d'ugenza
Esplosione Lucca, morta la 26enne incinta rimasta ustionata: il figlio era stato fatto nascere d'ugenza
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni